Sorpreso in area protetta con lacci e fucile: denunciato cacciatore di cinghiali

Il blitz è scattato dopo che nei giorni precedenti gli agenti della forestale hanno notato dei lacci in acciaio lungo una recinzione per la cattura del cinghiale

Gli agenti che hanno portato a termine l'operazione

E’ stato sorpreso mentre in località ‘Monte d’Delio – in agro di San Nicandro Garganico – si introduceva in un’area protetta del Parco Nazionale del Gargano con in spalla un fucile da caccia. Dopo averlo identificato, gli uomini della forestale lo hanno denunciato all’autorità giudiziaria per introduzione di armi e attività venatoria con mezzi vietati, non consentiti in quella giornata.

Il cacciatore è stato denunciato per omessa custodia di armi, in quanto, al momento della perquisizione, la carabina risultava carica e incustodita all’interno di un veicolo. Il blitz è scattato dopo che nei giorni scorsi gli agenti aveva rilevato sul posto dei lacci in acciaio lungo una recinzione per la cattura del cinghiale.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strage a Orta Nova, triplice omicidio e suicidio: spara e uccide moglie e due figlie di 13 e 18 anni, poi si toglie la vita

  • Mazzi di fiori, lacrime e dolore per Teresa, Miriana e Valentina (il Comune penserà ai funerali): città incredula per l'insano gesto di Ciro

  • Incredibile al carcere di Foggia, detenuto telefona ai carabinieri dalla cella: "Siamo al ridicolo"

  • Bus frena per evitare auto, donna cade e muore: due persone a giudizio per omicidio stradale

  • "Addio Costanzo", il dirigente medico del Pronto Soccorso sempre al servizio dei pazienti: "Era un professionista esemplare"

  • Ingerisce droga, neonata in coma a Foggia: "Monitoriamo parametri vitali, situazione stazionaria"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento