Foggiani dai 16 ai 19 anni fermati a Pescara: erano a bordo di un'auto con arnesi da scasso

I quattro hanno dai 16 ai 19 anni. I carabinieri li hanno sorpresi con un grosso cacciavite, forbici da elettricista e una centralina elettrica per autovettura

Il materiale sequestrato

Da Foggia a Pescara, con l'auto piena di attrezzi atti allo scasso. E' quanto scoperto, ieri sera, dai carabinieri, nel corso di un servizio straordinario di controllo del territorio nella cittadina pescarese. In particolare, i Carabinieri del NOR-Sezione Radiomobile della Compagnia di Pescara hanno denunciato in stato di libertà 4 giovanissimi di età compresa tra i 16 e 19 anni, originari dalla provincia di Foggia, per possesso di arnesi atti allo scasso.

Nello specifico, i ragazzi, partiti dalla provincia di Foggia a bordo di autovettura, sono stati fermati nel corso di un posto di controllo in via Nazionale Adriatica Nord, nei pressi del Quartiere Zanni e, a seguito di perquisizione personale/veicolare, sono stati trovati in possesso di un grosso cacciavite, forbici da elettricista nonché di una centralina elettrica per autovettura, priva di marca e matricola, di cui non ne hanno saputo giustificare la detenzione. Sono in corso ulteriori accertamenti volti ad appurare le vere intenzioni dei ragazzi fermati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • VIDEO - Brumotti irrompe nel quartiere 'Fort Apache' di Cerignola: non solo droga, "qui si preparano gli assalti ai blindati"

  • Si sfiora la rissa in Chiesa, zuffa tra parrocchiani e neocatecumenali (che vogliono la corona misterica): "Giù le mani dal crocifisso"

  • Referendum Costituzionale, il 29 marzo si vota sul taglio dei parlamentari: tutto quello che c'è da sapere

  • Come in un film, in tre tentano di assaltare negozio ma sulla scena irrompono i carabinieri: immobilizzati e ammanettati

  • Ultima ora - Arresti all'alba nel Foggiano: scoperti rifiuti interrati nel Parco del Gargano

  • Figlio va a trovare il padre (boss di Foggia), introduce droga e micro-cellulari nel carcere di massima sicurezza: arrestato

Torna su
FoggiaToday è in caricamento