Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Violenza, aggressioni e disordini sui mezzi Ataf: controllore preso a testate, passeggeri bloccano le partenze dei bus

L'intervento della polizia, rispettivamente al terminal intermodale e in via Galliani, ha permesso di identificare e denunciare due soggetti che risponderanno esistenza a pubblico ufficiale e interruzione di pubblico servizio

 

Uno si scaglia contro controllore, colpendolo con una testata in pieno viso; l'altro blocca la partenza del bus. La polizia ha individuato e denunciato, rispettivamente per resistenza a pubblico ufficiale e interruzione di pubblico servizio, due persone.

Nel dettaglio, gli agenti della squadra volante hanno prima raggiunto il nodo intermodale dove era stata segnalata una rissa in corso. Giunti sul posto hanno bloccato un cittadino extracomunitario che poco prima aveva tentato di salire sull’autobus con un titolo di viaggio già utilizzato ma, al diniego del controllore, si scagliava contro lo stesso colpendolo con una testata al volto. L’aggressore è stato quindi denunciato per resistenza a pubblico ufficiale.

Nelle successive ore, altro personale della squadra volante è intervenuto in via Galliani dove un cittadino italiano pretendeva di salire sull’autobus nonostante fosse stata raggiunta la capienza consentita, così come previsto dalle nuove disposizioni sul contenimento all’epidemia.

Con non poche difficoltà l’uomo è stato convinto a scendere dall’autobus, consentendo la ripartenza dello stesso e per questo è stato denunciato per interruzione di pubblico servizio.

Un episodio analogo si era verificato al terminal dell'intermodale l'11 maggio scorso (le immagini video si riferiscono a questo episodio), quando un passeggero della linea 24, nonostante il limiter massimo raggiunto sul mezzo e imposto dalle norme anticontagio, in segno di protesta si era posizionato davanti al mezzo impedendone la partenza. Soltanto l'intervento di una pattuglia della polizia locale è riuscito a ristabilire l'ordine, con non poche difficoltà. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento