Funerali a San Marco in Lamis, l'avvocato del medico legale replica: "Ha fatto il suo lavoro, il resto non spettava a lui"

Così il legale del professionista di San Severo, l'avvocato Francesco Paolo Sisto: "Bisognerebbe essere molto più cauti prima di usare termini così pesanti e netti. Il trasporto della salma e l’autorizzazione alle esequie sono compiti che spettano ad altri"

Foto d'archivio

“Il compito del medico legale? E’ finito nel momento in cui ha stilato gli esiti dell’accertamento diagnostico sulla salma”. L’avvocato Francesco Paolo Sisto, legale del medico legale di San Severo che ha eseguito l’autopsia sul corpo del 74enne deceduto a San Marco in Lamisrisultato poi positivo al tampone per il Coronavirus, è fermo sul punto.

La figlia dell'uomo deceduto: "Noi vittime due volte"

“Io non difendo nessuno perché non c’è nulla da difendere. Ho avuto l’incarico di tutelare l’immagine di un professionista, un medico (che peraltro non è indagato di nulla) che ha fatto solo ed esclusivamente il suo dovere: ovvero ha eseguito un accertamento diagnostico e ha espresso il parere. Il trasporto della salma e l’autorizzazione alle esequie sono compiti che spettano ad altri, c’è un apposito regolamento di polizia mortuaria che disciplina questi aspetti”.

“Chi ha pensato questo - spiega l’avvocato Sisto a FoggiaToday - lo avrà fatto probabilmente per leggerezza o per informazioni inesatte”. Il riferimento è al Governatore della Puglia, Michele Emiliano che, per primo, ha puntato il dito contro il medico legale accusandolo di un “errore catastrofico”. Bisognerebbe essere molto più cauti prima di usare termini così pesanti e netti nei confronti di un professionista che onora il lavoro che fa”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sulla vicenda, lo ricordiamo, la Procura di Foggia ha aperto un fascicolo di indagine, a carico di ignoti, per l’ipotesi di diffusione colposa di epidemia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente sulla Statale 16: tir si ribalta a pochi chilometri da Foggia, un morto e un ferito

  • Coronavirus, piccola impennata di contagi nel Foggiano: 10 nuovi casi. Calano i positivi in Puglia

  • Si torna a ballare in Puglia: verso la riapertura di club e discoteche all'aperto

  • Covid: nove dei 10 contagi sono del focolaio di Torremaggiore. Tre ricoverati e 83 persone in quarantena

  • Il gruppo Amadori vende azienda del Foggiano per 30 milioni. I nuovi proprietari sono le 'Fattorie Garofalo' di Capua

  • Coronavirus in Capitanata: positivo intero nucleo familiare. Piazzolla: "Tracciata catena dei contatti. Situazione sotto controllo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento