A spasso senza motivo o in gruppo a bere alcolici in un garage, alla faccia del rischio contagio: piovono denunce a San Marco in Lamis

Otto persone, nonostante un primo richiamo, hanno continuato ad intrattenersi senza un motivo valido per le vie del paese. Sei ragazzi, di cui due minorenni, si erano riuniti in un box per bere alcolici

Foto d'archivio

Ieri sera i carabinieri di San Marco in Lamis, durante specifici controlli riguardo l’emergenza epidemiologica da covid-19, hanno denunciato otto persone per la violazione di quanto sancito nel DCPM del 9 marzo 2020 perchè, senza giustificato motivo (lavoro, salute o situazione di necessità) e privi autocertificazione, si intrattenevano per le vie del paese.

Nella circostanza, nonostante gli inviti rivolti a ritirarsi presso le proprie abitazioni, anche in virtù dei recenti casi di positività che si sono registrati nella città dei due Conventi, continuavano a intrattenersi nelle vie del paese incuranti degli avvertimenti. Pertanto i Carabinieri sono stati costretti a denunciarli in stato di libertà per Inosservanza dei provvedimenti della Autorità.

Sempre in serata sono stati denunciati inoltre in stato di libertà sei ragazzi giovanissimi, di cui due minorenni, anche loro per inosservanza dei provvedimenti della Autorità, in riferimento al D.P.C.M. “misure urgenti materia contenimento e gestione emergenza epidemiologica da covid-19”, in quanto venivano controllati all’interno di un box–garage in uso a uno di loro mentre consumavano alcolici, senza fornire le autocertificazioni giustificative.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Si coglie ancora l’occasione per raccomandare a tutti il rispetto delle norme di igiene continuamente richiamate, attenendosi alle regole appositamente imposte dal recente provvedimento governativo per contenere, a vantaggio di tutti, la diffusione del virus"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riparte l'estate "strana" della Puglia: spiagge aperte da lunedì 25 maggio. Dal 1 luglio obbligo di apertura degli stabilimenti

  • Tragedia a Manfredonia: auto in mare, morta donna

  • Tragico incidente stradale sulla 'Adriatica': morto operaio foggiano, il terribile schianto contro un albero

  • Coronavirus, piccola impennata di contagi nel Foggiano: 10 nuovi casi. Calano i positivi in Puglia

  • Coronavirus: zero contagi e zero morti in provincia di Foggia

  • "Chiudo la movida". Emiliano: "Sono pronto". E nella 'Spaccanapoli' di Foggia assembramenti senza mascherine

Torna su
FoggiaToday è in caricamento