Nessun contagio a Bovino, ma il sindaco avverte giovani e anziani: "Non facciamo camminare il virus"

Anche il sindaco Nunno si appella alla comunità, affinché siano rispettate le direttive: " C’è ancora gente (poca fortunatamente) che pensa di essere furba e rischia di vanificare tutti gli sforzi sinora fatti da questa amministrazione"

 

Anche il Sindaco di Bovino Vincenzo Nunno tuona contro gli irresponsabili. Il primo cittadino, in un video, si appella alla comunità bovinese, richiamandola a un più alto senso di responsabilità.

"Bovino è uno di quei comuni ancora indenni al contagio da Coronavirus e tale deve restare. Ringrazio tutti i cittadini che stanno collaborando e seguendo alla lettera le direttive emanate, ma purtroppo non basta. C’è ancora gente (poca fortunatamente) che pensa di essere furba e rischia di vanificare tutti gli sforzi sinora fatti da questa amministrazione, dalle attività commerciali pesantemente colpite dalle restrizioni e di tutti gli operatori della Sanità in prima linea contro il Covid-19. Abbiamo intensificato i controlli, ma non è possibile che anche quando si parla di tutela della propria salute e di quella pubblica occorra che qualcuno ci controlli. Purtroppo le risorse umane a disposizione per l’attività di controllo sono limitate e a maggior ragione occorre la collaborazione di tutti.

Sono fiero dei tanti giovani bovinesi - aggiunge Nunno - che oltre a rispettare le regole, si sono messi a disposizione della comunità attraverso il volontariato finalizzato alla consegna di spesa e farmaci alle persone più bisognose e anziane. Ma anche trai giovani c’è ancora qualcuno che ancora non comprende la gravità della situazione. Agli anziani raccomando espressamente di restare a casa e di beneficiare del servizio “Pronto spesa e farmaci” messo a disposizione dal Comune, attraverso i nostri bravissimi volontari che h24 operano sul territorio comunale, contribuendo di fatto a preservare questa categoria debole e più esposta al rischio di contagio.

A tutti i nostri cittadini chiedo di restare a casa, limitando gli spostamenti. È consentito fare la spesa, ma evitiamo di uscire tutti i giorni per fare la spesa e soprattutto è indispensabile che ci sia una persona per famiglia che si occupi di ciò. Agli amanti dello sport e agli improvvisati sportivi chiedo espressamente di attenersi alla nuova ordinanza del Ministro della Salute Speranza, limitando l’attività fisica in prossimità delle proprie abitazioni, o meglio restando a casa! In qualità di Sindaco, come del resto tutti i miei colleghi, stiamo cercando di fare il possibile e anche oltre quanto consentitoci per tutelare la salute delle nostre comunità. Restiamo uniti, restiamo a casa e siamo sicuri che anche a Bovino tutto andrà bene".

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento