Balle di fieno per non far entrare i forestieri: così sui Monti Dauni paese si barrica per tenere lontano il Coronavirus

Il Comune di Monteleone di Puglia in provincia di Foggia ha chiuso gli accessi al paese con le balle di fieno. Il sindaco: "Per sentirci più sicuri". Negozi chiusi e consegna a domicilio

Le balle di fieno

A Monteleone di Puglia negozi e strade chiuse per tenere lontano il Coronavirus, ed evitare il rischio contagio. Per ora ci sono cinque o sei persone in quarantena, ma nessun caso positivo, ha riferito il sindaco Giovanni Campese in una diretta Facebook.

Per i generi di prima necessità si è scelta la strada della consegna a domicilio, mentre per "ridurre ancora di più la possibilità di entrare in contagio con il Coronavirus evitando l'accesso al paese da parte dei forestieri", il Comune ha chiuso l'accesso ad alcune strade. "Per fare in modo che chiunque entri a Monteleone abbia una sola via d'accesso e sia più facilmente controllabile". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Per sentirci più sicuri" ha detto il primo cittadino. La novità è rappresentata dalle balle di fieno, in mancanza di transenne, scaricate dagli agricoltori del posto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza Coronavirus: è pandemia mondiale, scopriamo i sintomi e come proteggersi

  • Giornata drammatica, bollettino choc per la provincia di Foggia: nove morti e 52 casi positivi

  • Coronavirus, giovane foggiano trasferito d'urgenza a Bari: in gravi condizioni si è reso necessario l'impiego di Ecmo

  • "Venite c'è un'autovettura rubata". Polizia si precipita in via Lucera: non era rubata ma dentro c'era della cocaina

  • Coronavirus: se un defunto muore in casa nessuna vestizione (indipendentemente dalla causa del decesso)

  • Tragedia ad Alberona, c'è una vittima: estratto dalle macerie il corpo di una donna: nel crollo 6 persone tratte in salvo

Torna su
FoggiaToday è in caricamento