Fatture gonfiate per prestazioni mai eseguite: condannati impiegato ASL e presidente cooperativa

Arrestati dalla Guardia di Finanza nell’agosto del 2011, sono stati condannati, in primo grado, rispettivamente, ad anni quattro e anni 3 di reclusione

Nel mese di agosto del 2011, la Guardia di Finanza di Foggia, al termine di una indagine iniziata nel 2009 e coordinata dalla locale Procura della Repubblica, ha scoperto gravi irregolarità nelle procedure di rimborso per le spese sostenute per il servizio di 118. In particolare, i militari della compagnia di San Severo accertavano che la cooperativa Eureka - successivamente ridenominata New Eureka - presieduta da Amelia Pugliese, di anni 53, emetteva fatture per il servizio di 118 effettuato per conto dell’ASL, facendo riferimento a prestazioni in realtà mai eseguite ed aumentandone notevolmente l’importo.

Per la realizzazione della truffa è risultata fondamentale la posizione di Francesco Orlando, 57 anni, già funzionario dell’ASL di San Severo, addetto alla compilazione dei mandati di pagamento per la New Eureka, di cui è risultato esserne anche socio. In un caso è stato accertato che, a fronte di un’autorizzazione di spesa pari a 2.500 euro, già rimborsata, è stata ripresentata un’ulteriore fattura gonfiata sino a 25 mila euro. Pertanto, nel mese di agosto del 2011, i due soggetti sono stati tratti in arresto. Inoltre, nei loro confronti è stato disposto il sequestro di due conti correnti fino all'ammontare della frode accertata, pari a 43.436 euro.

Da ultimo, il Tribunale di Foggia, al termine della fase dibattimentale iniziata nel 2012, ha accolto, aumentandola, la richiesta formulata dal sostituto procuratore della Repubblica, la dott.ssa Anna Landi, condannando Francesco Orlando e Amelia Pugliese, rispettivamente, a quattro e tre anni di reclusione con la pena accessoria dell’interdizione dai pubblici uffici per cinque anni e al risarcimento del danno causato all’ente pubblico,oltre al rimborso delle spese legali.

I reati addebitati sono la truffa ai danni dell’ASL ed il falso ideologico commesso da pubblico ufficiale. Lo stesso Tribunale non ha ritenuto di procedere in ordine al reato di abuso d’ufficio.

Potrebbe interessarti

  • Proprietà e benefici dei lupini

  • Rimedi naturali per pulire la piastra del ferro da stiro

  • Le bracerie a Foggia: i posti giusti per gli amanti della carne

  • Cosa fare in caso di puntura da medusa?

I più letti della settimana

  • Tragedia nelle campagne del Foggiano: bracciante agricolo muore schiacciato da un trattore

  • La Capitanata in lutto: è morta la 'nonna d'Europa' Giuseppa Robucci, si è spenta a 116 anni (e 90 giorni)

  • "Sono il ragazzo che ti ha fatto male", 17enne chiede perdono all'agente investito: "Scusa, ho avuto tanta paura"

  • Attimi di paura in ospedale: violento irrompe in Pronto Soccorso, aggredisce infermiere e lancia in aria pc e defibrillatore

  • Esplode silos in azienda cereagricola: paura ad Ascoli Satriano

  • Spaccate e micidiali bombe, così assaltavano i bancomat di Foggia: due arresti (si cercano i complici)

Torna su
FoggiaToday è in caricamento