Marijuana da essiccare in casa, 40enne giudicato per direttissima: condannato a 2 anni (pena sospesa)

L'uomo era stato arrestato dai carabinieri di Melfi, che lo avevano sorpreso con un quantitativo di stupefacente pari a 900 dosi giornaliere. Condannato con pena sospesa, il 40enne di origine ucraina è ora libero, non gravato da alcuna misura

Immagine di repertorio

E’ stato condannato a 2 di reclusione (con pena sospesa, quindi libero e non gravato da alcuna misura cautelare), Viktor Khomiak, 40enne di origine ucraina e residente ad Ascoli Satriano, giudicato ieri mattina, per direttissima, dinanzi al giudice del Tribunale di Foggia.

L’uomo, difeso dall’avvocato di fiducia Potito Marucci, del Foro di Foggia, era stato arrestato dai carabinieri di Melfi, in flagranza di reato, perché trovato in possesso di 322,3 grammi di marijuana contenenti 23,73 grammi di principio attivo puro (pari a 949 dosi medie giornaliere). Lo stupefacente sequestrato era sistemato in una apposita stanza, al piano superiore della sua abitazione, adibita all’essiccazione della sostanza. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente nel Foggiano: morto 42enne. Dopo il violento impatto, l'auto si è ribaltata ed è finita fuori strada

  • Referendum Costituzionale, il 29 marzo si vota sul taglio dei parlamentari: tutto quello che c'è da sapere

  • In Puglia 5 casi con sintomi sovrapponibili a quelli del Coronavirus: chi rientra a casa dalle zone rosse deve comunicarlo

  • Come in un film, in tre tentano di assaltare negozio ma sulla scena irrompono i carabinieri: immobilizzati e ammanettati

  • Violenti scontri nel Foggiano: tafferugli tra baresi e leccesi sulla A16, incendiato un veicolo

  • Tentato omicidio davanti a un bar, estrae pistola e apre il fuoco per un debito di droga: fermato pregiudicato

Torna su
FoggiaToday è in caricamento