Chiude il Teatro Verdi, sanseveresi restano fuori prima dello spettacolo. Il Comune: “Siamo dispiaciuti”

Dal Comune di San Severo fanno sapere che il Teatro Verdi riaprirà: “Siamo dispiaciuti per quanto accaduto e ci siamo impegnati a trovare una soluzione logistica per consentire di effettuare lo spettacolo “Il mondo di Cenerentola”

Dal sito del Teatro Verdi

Era tutto pronto per ‘Il Mondo di Cenerentola’, il musical di beneficenza per grandi e per piccini della compagnia teatrale ‘In maniche di camicia’, che si sarebbe dovuto svolgere ieri sera al Teatro Verdi, ma a poche ore dell’evento una nota della Prefettura ha costretto il Comune ad impedire l’accesso ai sanseveresi che hanno atteso invano l’apertura delle porte. “Siamo dispiaciuti per quanto accaduto nella serata di ieri al Teatro Verdi e ci siamo già impegnati per trovare una soluzione logistica per consentire di effettuare lo spettacolo ‘Il mondo di Cenerentola’. Comprendiamo la rabbia e la delusione dei cittadini, ma non accettiamo le lezioni di alcuni  ex amministratori comunali che non hanno fatto nulla per mettere a norma il Teatro ed ora dispensano lezioni e consigli” fanno sapere da Palazzo Celestini.

L’amministrazione comunale fa sapere: “Va precisato che l'ultima agibilità definitiva si è avuta nel 1998 e non è mai stato rilasciato il certificato di prevenzione incendi andando avanti con palliativi e autorizzazioni provvisorie che ora, a causa di novità normative sulla sicurezza dei luoghi pubblici non è più possibile mettere in atto”. Invece quest'Amministrazione, in tempi non sospetti, si è preoccupata di avviare la redazione di un piano per l'adeguamento alle norme antincendio. Tuttavia si tratta di una questione complessa che vede coinvolti numerosi soggetti istituzionali e svariate norme la cui applicazione complica ulteriormente la stesura del piano.

Gli amministratori comunali evidenziano che l’iter è a buon punto e si dicono fiduciosi che il Teatro Verdi verrà riaperto a breve e con la massima attenzione all'incolumità dei suoi fruitori. “Ci auguriamo, infine, che su una questione così importante sia per la sicurezza dei cittadini che per il prestigio della città, ci sia la collaborazione di tutti e che la questione non venga inutilmente strumentalizzata da chi per tempo avrebbe potuto evitare tutto ciò”.

                                                                                 

Potrebbe interessarti

  • Il fascino di Càlena, l'abbazia sul Gargano dove si narra vi sia custodito il tesoro di Barbarossa

  • La grotta di San Michele che si specchia sul lago di Varano, un luogo suggestivo che trasmette una sensazione di pace

  • Colon irritabile: cos'è, sintomi e possibili cause

  • Arredare casa: le 5 piante da interno che non hanno bisogno di luce

I più letti della settimana

  • Francesco Ginese non ce l'ha fatta: è morto a Roma

  • Tragedia alle porte di Foggia, violento impatto tra un furgone e una moto: c'è una vittima

  • Tragedia nelle acque del Gargano: bagnante muore annegato

  • Tutta Foggia è con Francesco, che lotta tra la vita e la morte: si è reciso l'arteria femorale mentre scavalcava un cancello

  • Foggia in lacrime per la tragica morte di Francesco: "Addio amico mio, non doveva finire così!"

  • Terribile incidente in moto, muore 38enne foggiano. "Ciao bomber, ora fai gol anche in Paradiso"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento