Mattinata, la galleria 'Monte Saraceno' chiude... di nuovo. Gatta: "Ci prendete in giro?"

L'Anas comunica una nuova chiusura, dal 6 al prossimo 23 maggio, dalle 19 alle 6 mattino. "In barba a tutti gli impegni assunti, è un danno incommensurabile a cittadini e operatori economici"

Immagine di repertorio

Al fine di completare alcune attività di finitura e di verifica nell'ambito dei lavori di ammodernamento degli impianti tecnologici della galleria 'Monte Saraceno', situata sulla strada statale 688 “di Mattinata”, in provincia di Foggia, a partire dal 6 maggio si rende necessaria una limitazione al transito.

Nel dettaglio - in esclusivo orario compreso tra le 19.00 e le 6.00 del giorno successivo - ad esclusione delle notti tra sabato e domenica e tra domenica e lunedì, sarà attiva la chiusura al transito del tunnel, dal km 0,000 al km 2,760 tra i territori comunali di Mattinata e Monte Sant’Angelo.

Durante la chiusura, come già accaduto in precedenza quando necessario per lavori, la circolazione verrà deviata con indicazioni in loco sul vecchio tracciato della statale 89.

L’intervento – del valore complessivo di circa 5 milioni di euro – è consisto nella installazione di Panelli a Messaggio Variabile, colonnine SOS ed impianto di illuminazione d’emergenza, oltre che nella sostituzione di vecchie lampade con altre di nuova generazione (Led) e di nuovo sistema di ventilazione; l’adeguamento degli impianti consente inoltre il conseguimento del risparmio energetico.

“Adesso basta! Sulla galleria “Monte Saraceno”, a Mattinata, c’è qualcuno che, probabilmente, pensa di poter prendere in giro le istituzioni e tutta la comunità. L’ennesima chiusura, appena annunciata dall’Anas, dal 6 al prossimo 23 maggio, in barba a tutti gli impegni assunti, è un danno incommensurabile a cittadini e operatori economici".

Così, il vicepresidente del Consiglio regionale, Giandiego Gatta: "Ci sono stati giorni, tanti giorni, in cui il cantiere non ha lavorato affatto e questo è documentabile", tuona Gatta. "Come è dimostrabile che quando ha lavorato, spesso vi erano solo due, massimo tre operai. Ridicolo, in una galleria lunga chilometri. Dovevano ricordarsi oggi, con la stagione estiva alle porte e copiosi flussi turistici ormai pronti a riversarsi nel nostro meraviglioso territorio, di chiudere nuovamente la galleria? Sul punto, presenterò a strettissimo giro un’interrogazione per sapere se l’Anas abbia comunicato, e se sì quando, al Presidente della Regione e/o all’assessore competente al ramo, la nuova chiusura e come si intendano ristorare gli operatori che subiranno inevitabilmente ulteriori danni".

"L’orario di chiusura sarà dalle 19 alle 6 del mattino, il che comprometterà gravemente le attività dei centri interessati", specifica Gatta. "Su questo chiederò delucidazioni alla Giunta regionale: gli impegni assunti pubblicamente e formalmente dall’Anas erano completamente diversi. In un comunicato del 6 giugno dello scorso anno, infatti, l’Anas rendeva noto che dalle 7,30 di lunedì 17 settembre (2018) le attività lavorative sarebbero riprese H24 fino all’ultimazione dell’intervento, previsto 'entro i primi mesi del 2019'.  Adesso arriva questo ulteriore annuncio, che ferisce il territorio e danneggia i lavoratori pendolari, gli operatori economici, i cittadini tutti. Non consentiamo a nessuno di prenderci in giro. L’Anas sia più seria e tenga fede agli impegni assunti, impiegando forza lavoro in congruo numero ed evitando a tutti noi di vivere ulteriori disagi. In altre nazioni, con i tempi di cui al cronoprogramma dell’Anas, avrebbero costruito un aeroporto: che pena!”

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strage a Orta Nova, triplice omicidio e suicidio: spara e uccide moglie e due figlie di 13 e 18 anni, poi si toglie la vita

  • Mazzi di fiori, lacrime e dolore per Teresa, Miriana e Valentina (il Comune penserà ai funerali): città incredula per l'insano gesto di Ciro

  • Incredibile al carcere di Foggia, detenuto telefona ai carabinieri dalla cella: "Siamo al ridicolo"

  • Carabinieri setacciano l'area "internazionale" del Santuario di San Pio: scattano arresti e denunce

  • Bus frena per evitare auto, donna cade e muore: due persone a giudizio per omicidio stradale

  • Ingerisce droga, neonata in coma a Foggia: "Monitoriamo parametri vitali, situazione stazionaria"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento