Cerignola, riavviato impianto TMB: smaltite 700 tonnellate di rifiuti stoccate nell'ex interporto

Scongiurata l’emergenza igienico-sanitaria. L'impianto di contrada Forcone Cafiero, inoltre, tratterà per 45 giorni i rifiuti quotidianamente prodotti e raccolti nel centro ofantino

I rifiuti stoccati nell'area dell'ex interporto

Riavviato l’impianto TMB (trattamento meccanico-biologico) di Cerignola. Nel centro ofantino sono stati smaltiti i rifiuti abbancati nell’area ex Interporto e, per 45 giorni, tratterà i rifiuti indifferenziati prodotti e raccolti a Cerignola. 

Così come prescritto dall'ordinanza regionale del 3 agosto 2018, Aseco ha provveduto, lo scorso 14 agosto, al ripristino del funzionamento dell'impianto di trattamento meccanico biologico. Ciò ha permesso di scongiurare l’emergenza igienico-sanitaria e, quindi, di trattare le circa 700 tonnellate di rifiuti indifferenziati che erano state abbancate, in maniera ritenuta illegale dalla Procura della Repubblica, nell'area ex Interporto. L’operazione è stata portata a termine nella giornata di ieri. L'impianto di contrada Forcone Cafiero, inoltre, tratterà per 45 giorni i rifiuti quotidianamente prodotti e raccolti nel Comune di Cerignola. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale nel Foggiano: marito e moglie perdono la vita in un terribile impatto sulla Sp 141

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Coro ai diffidati e 'Quarta Mafia', Pio e Amedeo sbottano: "Ci siamo rotti le palle della facilità di giudizio sulla nostra terra"

  • Maxi furto nel caveau dell'Unicredit a Foggia: svaligiate 300 cassette di sicurezze ma non ci sarà nessun colpevole

  • In fuga su una Ferrari rubata lungo la Statale 16: polizia insegue la 'rossa' da 140mila euro, ladro scende e scappa

Torna su
FoggiaToday è in caricamento