Lavori pubblici al setaccio a Cerignola, la Guardia di Finanza perquisisce le case di assessore e dirigente

Questa mattina la Guardia di Finanza ha perquisito le abitazioni dell'assessore Bufano e del dirigente Inzillo. A darne notizia è lo stesso sindaco, Franco Metta. Che annuncia "esito negativo, anticipati gli sciacalli politici"

Perquisizioni domiciliari questa mattina a Cerignola da parte di agenti della Guardia di Finanza presso le abitazioni dell’assessore ai Lavori Pubblici e Urbanistica, Tommaso Bufano, e del dirigente dei Lavori Pubblici, ex Dirigente del settore manutenzioni, Clorindo Izzillo. A rivelarlo è lo stesso sindaco, Franco Metta, in una nota stampa in cui aggiunge “che tutte hanno avuto esito negativo”.

“Desidero informare i miei concittadini – esordisce Metta in serata, anche con un video su fb- che questa mattina militi della Guardia di Finanza hanno effettuato una perquisizione domiciliare presso le abitazioni dell’assessore ai Lavori Pubblici ed Urbanistica Bufano e del dirigente Izzillo. Quando si riveste un incarico di carattere pubblico, sia nelle vesti di dirigente sia nelle vesti politiche di assessore, come ho sempre sostenuto, bisogna essere sempre e comunque disponibili a ogni tipo di verifica e di controllo che le Autorità preposte intendano effettuare, per cui l’iniziativa di questa mattina ha trovato la massima collaborazione da parte di dirigente ed assessore.

Le perquisizioni hanno dato esito negativo, e non poteva essere diversamente, non avendo io il minimo dubbio sulla correttezza assoluta di entrambi i soggetti” continua Metta che, con la sua nota, intende bruciare sul tempo “gli sciacalli politici che, non potendo avere alternative politiche valide alla nostra riconferma anche nel 2020, proveranno a strumentalizzare questo accaduto. Ecco perché, per spezzare le unghie anche agli sciacalli, sono io, il Sindaco di Cerignola, a comunicare ufficialmente quanto è accaduto ribadendo che le perquisizioni hanno avuto esito negativo e che è mia ferma convinzione comunicare che  il Dirigente Clorindo Izzillo e l’Assessore Tommaso Bufano sono due assoluti galantuomini, impermeabili a qualunque forma di condotta non solo illecita ma anche, solamente, irregolare o inopportuna.

Conclude il Sindaco Metta: “ Ho convocato qualche minuto fa la giunta comunale, ho informato gli assessori dell’accaduto con la giusta precedenza, abbiamo tutti deciso di ribadire il massimo rispetto per le iniziative della Polizia Giudiziaria e della Procura della Repubblica. Siamo assolutamente certi che nessuna irregolarità sia stata mai commessa per cui, nel ribadire questa fiducia, ribadiamo la convinzione che qualunque tipo di approfondimento, di indagine, di investigazione sulla condotta di questa amministrazione e dei suoi dirigenti non potrà che concludersi con la costatazione che le lettere anonime che danno origine a queste indagini sono frutto di infami calunnie”.

Pare che le fiamme gialle cercassero soldi nelle abitazioni dei due. L'ipotesi di reato sarebbe la concussione. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ultim'ora | Carabinieri 'rastrellano' il Foggiano: scatta il blitz anticrimine, in azione elicottero e unità cinofile

  • Omicidio: si indaga sulle ultime ore di vita di Giordano, forse l'assassino gli ha teso una trappola

  • Blitz anticrimine nel Foggiano: pioggia di arresti dalle prime luci dell'alba, 180 carabinieri alla ricerca di armi e droga

  • Shock a Milano, foggiana rifiutata da una "salviniana razzista" "Non ti affitto casa perché sei del Sud" (Audio)

  • Maxi concorso da Oss: ecco l'elenco e le date delle prove orali, in migliaia a Foggia per 2445 posti

  • Folle fuga in A14: foggiano su un'auto rubata forza posto di blocco, sfonda casello e poi si schianta contro un muretto

Torna su
FoggiaToday è in caricamento