Aria irrespirabile in città: rispunta e tiene banco il caso “puzza”, foggiani inviperiti

Da alcune settimane, poco prima del buio e fino a tarda sera, centinaia di vie e decine di zone del capoluogo, sono investite da folate di vento maleodoranti

Come ogni estate che si rispetti, ormai dal 2011, anche quest’anno in città rispunta e tiene banco il caso puzza, il persistente odore sgradevole che attraversa Foggia e che ormai provoca un clima di rassegnazione tra gli abitanti dei quartieri interessati, che in più riprese hanno denunciato e portato all’attenzione dell’opinione pubblica la vicenda, senza però ottenere soddisfacenti riscontri.

La rabbia dei foggiani è palese. Ma è altrettanto evidente che qualcuno dovrà pur tener conto delle segnalazioni e delle loro lamentele, intervenendo in maniera drastica per risolvere un problema che costringe migliaia di cittadini a dormire con le finestre chiuse. Soluzione che però in alcuni casi non funziona, perché l’odore nauseabondo, riesce a filtrare persino gli infissi.

Da alcune settimane, poco prima del buio e fino a tarda sera, centinaia di vie e decine di zone del capoluogo, sono investite da folate di vento maleodoranti, provocate, pare, dalle procedure lavorative di un’azienda non molto distante dal capoluogo dauno. I cittadini, costretti ad andare a letto - o nella peggiore delle ipotesi risvegliarsi con quella puzza – non ne possono più.

Interrogati sulla questione, i lettori di FoggiaToday hanno risposto a gran voce al nostro invito. Ecco le zone e le vie del capoluogo dauno attraversate dalla puzza e segnalateci sulla nostra fan page: Rione Candelaro, Comparto Biccari, Corso Roma, viale Ofanto, via Lucera, via Salomone, via Silvio Pellico, viale Colombo, zona Santo Stefano, Parco San Felice, zona chiesa San Michele, Rione Martucci, via Manfredonia, viale Michelangelo, via Marchese De Rosa, via Ferrante Aporti, via Enzo Fiorito,  piazza Carlo Villani, via D’Addedda, va da Sarno, Cep, via Capezzuto, zona Fiera, via Forcella, via Napoli, viale Di Vittorio, zona Maria Grazia Barone, via Luigi Oberty, via Tito Serra, Corso Garibaldi, Vico Carità, Macchia Gialla, via Rovelli, via Caracciolo, via Arpi, via del Mare, via Castiglione, via Giuseppe La Torre, via San Severo, viale Luigi Pinto, via Manzoni, via Baffi, via Vittime Civili, via Michele Papa, via Trieste, via Martiri di via Fani, piazza Padre Pio, zona Stazione, zona Ospedale, piazza San Francesco, via Rosati, via Giuseppe Scillitani, via D’Orso, via Caggese e via Matteotti.

Potrebbe interessarti

  • A spasso nel Gargano e quella torre che si affaccia sul mare cristallino tra i laghi di Lesina e Varano

  • Come allontanare api, vespe e calabroni: alcuni rimedi naturali

  • Gargano da amare: dai faraglioni di Mattinata al castello di Manfredonia, dalla Basilica di Siponto alla grotta di San Michele

  • Come proteggere la casa dai ladri in estate

I più letti della settimana

  • Voleva togliersi la vita, Roberta lo ha salvato e poi il blackout: così Francesco l'ha uccisa a mani nude

  • Tragedia sulla Statale 16, terribile scontro tra Lesina e San Severo: un morto e un 24enne trasportato in ospedale

  • Ultim'ora | Vento forte, grandine e fulmini sul Gargano: il maltempo minaccia l'estate in Capitanata

  • San Severo sotto shock piange Roberta Perillo: "È in un altro mondo, dove esiste amore autentico"

  • Ultim'ora | Omicidio a San Severo, giallo in via Rodi: uccisa una donna

  • "Non l'ho uccisa perché voleva lasciarmi", ma Roberta non c'è più. La denuncia sui social: "Le amiche sapevano, nessuno l'ha ascoltata"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento