Prestava denaro a imprenditori, ma applicava tassi usurari: arrestato

Un quarantacinquenne di Casalvecchio di Puglia è agli arresti domiciliari. Applicava tassi usurari che variavano tra il 163% e il 267%. Quattro le vittime, ordinanza eseguita dai carabinieri di Foggia

Gravemente indiziato del reato di usura aggravata nei confronti di quattro imprenditori, Francesco Simone, 45enne di Casalvecchio di Puglia, è stato raggiunto da un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP del Tribunale di Foggia su richiesta della locale Procura ed eseguita dai carabinieri del reparto operativo del capoluogo dauno.

Dalle indagini, svolte dal maggio 2012 al febbraio 2013, è emerso che l’uomo, in concorso con altre due persone nei confronti delle quali il giudice non ha ravvisato la sussistenza di esigenze cautelari, approfittando delle difficoltà economiche e finanziarie in cui versavano i quattro imprenditori della zona, aveva prestato del denaro per venire incontro alle loro immediate esigenze, applicando però interessi usurari che variavano tra il 163% e il 267%, su un importo iniziale compreso tra i 3mila e i 10mila euro.

In un caso, è stato accertato che un imprenditore, vittima del giro di usura, che non era riuscito per alcuni mesi a pagare le rate di capitale e interessi, era stato costretto a cedere un autocarro di proprietà dell’azienda del valore di circa 20mila euro, nettamente superiore all’ammontare del debito.

Tutte le vittime, attanagliate dalla crisi economica e impossibilitati a far fronte ai debiti con i canali ufficiali di finanziamento, si erano avvicinati al Simone, conosciuto in zona “perché faceva girare del denaro”. L’indagine ha fatto chiarezza sulle quattro vicende usuraie.

Gli elementi di prova a carico del quarantacinquenne sono costituiti dagli esiti di attività tecniche, dai documenti sequestrati durante la fase investigativa e soprattutto dalle dichiarazioni delle parti offese che, messe davanti all’evidenza dei fatti, hanno raccontato le loro vicende agli inquirenti, permettendo così di riscontrare i vari e gravi indizi già raccolti.  L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato sottoposto al regime degli arresti domiciliari.

Potrebbe interessarti

  • A spasso nel Gargano e quella torre che si affaccia sul mare cristallino tra i laghi di Lesina e Varano

  • Come allontanare api, vespe e calabroni: alcuni rimedi naturali

  • Gargano da amare: dai faraglioni di Mattinata al castello di Manfredonia, dalla Basilica di Siponto alla grotta di San Michele

  • Come proteggere la casa dai ladri in estate

I più letti della settimana

  • Voleva togliersi la vita, Roberta lo ha salvato e poi il blackout: così Francesco l'ha uccisa a mani nude

  • Tragedia sulla Statale 16, terribile scontro tra Lesina e San Severo: un morto e un 24enne trasportato in ospedale

  • Ultim'ora | Vento forte, grandine e fulmini sul Gargano: il maltempo minaccia l'estate in Capitanata

  • San Severo sotto shock piange Roberta Perillo: "È in un altro mondo, dove esiste amore autentico"

  • Ultim'ora | Omicidio a San Severo, giallo in via Rodi: uccisa una donna

  • "Non l'ho uccisa perché voleva lasciarmi", ma Roberta non c'è più. La denuncia sui social: "Le amiche sapevano, nessuno l'ha ascoltata"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento