Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

VIDEO | Bruno e Salam, il camminatore che porta la pace nel mondo e l'asinello pellegrino sul Gargano: "Grazie per l'accoglienza"

"Grazie e buona vita". Ci saluta così Bruno Dias, il camminatore della pace di Lisbona partito insieme ad altri 13 viandanti da Santiago di Compostela e giunto in solitaria, dopo un percorso di 3900 km, nella città dei due conventi a San Marco in Lamis. 

 

Sfumato il tentativo di trascorrere la notte presso il Convento di San Matteo, ci hanno pensato prima i soci del Gruppo Nordic Walking & Trekking “Senza Cemento” e poi i volontari del Gruppo Comunale di Protezione Civile, ad assicurargli un posto dove dormire e soprattutto a rifocillarlo. 

Un'accoglienza che il 36enne ex magazziniere e Salam, l'asinello pellegrino, hanno gradito molto. In cambio, Dias, ha portato un messaggio di speranza e di pace, oltre ad aver spiegato agli alunni delle scuole elementari il motivo del suo viaggio cominciato il 15 marzo 2017 direzione Terra Santa

Nelle prossime settimane si imbarcherà a Brindisi per l'Albania e percorrerà altrettanti chilometri passando per la Macedonia, la Grecia e la Turchia: tappa finale Gerusalemme. Unico dubbio, che il camminatore di pace scioglierà sul posto, se rischiare di passare per la Siria o imbarcarsi per Libano. 

Quando pensi di poter arrivare? "Al momento giusto", si gira, fa qualche metro e ci saluta. Bruno Dias e Salam, il camminatore e l'asinello in viaggio per la pace.

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento