Lancio di pietre, motorini in villa e vigili accerchiati: a San Severo è emergenza bullismo

Prosegue serrata la lotta al fenomeno del bullismo di San Severo. La Polizia Locale ha identificato i 5 giovani che nei giorni scorsi avevano lanciato pietre in viale Checchia. Altri due giovani fermati alla villa Comunale

foto di repertorio

Prosegue senza sosta da parte della Polizia Locale di San Severo il contrasto ai fenomeni di bullismo che avvengono in pieno centro. Nei giorni scorsi, infatti, gli operatori della municipale diretti dal magg. Ciro Sacco, sono intervenuti in villa comunale, dove hanno identificato e fermato due minori di nazionalità bulgara che scorrazzavano nell’area verde a bordo di ciclomotori sprovvisti di targa identificativa, di copertura assicurativa e di carta di circolazione.  

PRESA BABY-GANG DI 14ENNI

Durante le operazionigli agenti sono stati anche accerchiati da circa 15 individui che hanno ostacolato il regolare svolgimento di controllo ai ciclomotori e ai conducenti. A supporto della polizia locale è intervenuta anche una volante del commissariato di San Severo. I due minori bulgari fermati all’interno della villa comunale erano già stati monitorati con particolari servizi in abiti civili in quanto autori di atti di bullismo ai danni delle strutture comunali e di ragazzi coetanei. Gli operatori sono intervenuti con successo anche sull'episodio del lancio di pietre di viale Checchia Rispoli identificando cinque giovani minorenni.

Colpivano auto e appiccavano roghi: individuati bulli minorenni

Spiega il Sindaco Francesco Miglio: “Anche in questa occasione stanno procedendo ad incontrare i genitori dei giovani al fine di rendere noto agli stessi i comportamenti che vengono posti in essere dai propri figli nell’ambito del contesto urbano. È importante che le famiglie vengano informate e siano con le istituzioni e i servizi sociali parte attiva di quel processo di crescita nel rispetto delle regole della convivenza civile”.

Secondo gli amministratori comunali infatti la collaborazione con le famiglie è il primo passo per rendere più sicura la città, ma anche per assicurare un futuro ai propri figli. “È inconcepibile che la città sia ostaggio di minori. Occorre ricordare che il fenomeno del bullismo non riguarda solo i cosiddetti “soggetti a rischio” ma è un fenomeno che riguarda tutta la comunità cittadina e richiede un serrato intervento di tutte le agenzie educative” conclude l’assessore alla Legalità, Raffaele Fanelli.

L’Amministrazione Comunale ha ringraziato gli agenti di Polizia Locale che con interventi di monitoraggio e controllo del territorio contribuiscono a rendere maggiormente vivibile la città e le aree di aggregazione come la villa comunale.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Coro ai diffidati e 'Quarta Mafia', Pio e Amedeo sbottano: "Ci siamo rotti le palle della facilità di giudizio sulla nostra terra"

  • Maxi furto nel caveau dell'Unicredit a Foggia: svaligiate 300 cassette di sicurezze ma non ci sarà nessun colpevole

  • Terribile incidente mortale nel Foggiano: perde la vita una donna, quattro i feriti

  • ULTIMA ORA | Torna a casa Francesco Pio Virgilio, il 15enne era scomparso da quasi 48 ore

Torna su
FoggiaToday è in caricamento