San Nicandro, bottino ricco per la rapina al portavalori: in tre fuggono con 180mila euro

I malviventi sono piombati alle spalle delle guardie giurate che stavano consegnando dei plichi di denaro destinati agli uffici postali. Sull'accaduto indagano i carabinieri che hanno recuperato il mezzo usato per l'assalto

Il luogo dell'accaduto

Bottino ricco, quello della rapina messa a segno questa mattina, a San Nicandro Garganico. Circa 180mila euro la somma asportata dal commando armato che, in pieno giorno, ha assaltato un portavalori dell'istituto 'Ivri', dinanzi alle Poste Centrali di via Casella.

Ad agire, almeno tre persone incappucciate e armate di kalashnikov, che sono piombate alle spalle delle guardie giurate, mentre queste ultime stavano consegnando dei plichi di denaro negli uffici postali. I vigilantes sono stati minacciati dai rapinatori, che - armi in pugno - non hanno esitato ad esplodere anche alcuni colpi in aria a scopo intimidatorio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per lo spavento, una guardia giurata ha accusato un malore ed è stata soccorsa dal personale del 118. Sull'accaduto sono in corso le indagini dei carabinieri, che stanno visionando le immagini delle telecamere situate nei pressi delle Poste e lungo la via di fuga dei malviventi. Il mezzo utilizzato dai rapinatori - un Suv - è stato trovato bruciato nelle campagne di Torre Mileto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente sulla Statale 16: tir si ribalta a pochi chilometri da Foggia, un morto e un ferito

  • Coronavirus, piccola impennata di contagi nel Foggiano: 10 nuovi casi. Calano i positivi in Puglia

  • Si torna a ballare in Puglia: verso la riapertura di club e discoteche all'aperto

  • Covid: nove dei 10 contagi sono del focolaio di Torremaggiore. Tre ricoverati e 83 persone in quarantena

  • Il gruppo Amadori vende azienda del Foggiano per 30 milioni. I nuovi proprietari sono le 'Fattorie Garofalo' di Capua

  • Locale sovraffollato, multa e 5 giorni di chiusura dopo 70 giorni di stop forzato. Titolari si scusano: "Situazione ingestibile"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento