Tragedia a Lucera: esplode ordigno in via Pasubio, muore 26enne

La vittima è Valerio Petrone, trovata all'esterno del circolo, riverso sull'asfalto e in una pozza di sangue. Al momento, i carabinieri non si escludono che possa trattarsi dello stesso attentatore. Sul posto, i vigili di Lucera

Il luogo dell'accaduto

Bilancio gravissimo per l’attentato dinamitardo (il quarto nelle ultime settimane) messo a segno, nella notte, a Lucera. Una persona, un giovane di 26 anni, ha perso la vita nell’esplosione avvenuta intorno all’una della scorsa notte, quando un ordigno rudimentale è stato fatto esplodere in via Pasubio 137, all’angolo con via Po, nella città federiciana.

La vittima - Valerio Petrone, avrebbe compiuto 26 anni a maggio - è stata trovata dai carabinieri che seguono le indagini del caso all’esterno del circolo, riverso sull’asfalto e in una pozza di sangue, il corpo dilaniato dall’esplosione. Ci sono volute alcune ore per risalire alla sua identità. Sul posto è stato necessario l’intervento di una squadra dei vigili del fuoco del distaccamento cittadino che ha bonificato e messo in sicurezza il tratto di strada.

Gli uomini del 115 hanno, inoltre, provveduto ad aprire ed ispezionare il locale, per accertarsi che il circolo - frequentato perlopiù da giovani del paese - fosse vuoto, come poi è risultato. Sull’accaduto sono in corso le indagini dei carabinieri che stanno cercando di capire la modalità dell’accaduto e soprattutto cosa ci facesse la vittima in quel posto, a quell’ora. Tra le ipotesi al vaglio degli inquirenti, infatti, c’è anche quella che si possa trattare dello stesso attentatore. Gli uomini dell'Arma stanno verificando la presenza di impianti di videosorveglianza attivi in zona che possano apportare importanti elementi ai fini delle indagini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Attimi di tensione al Grandapulia, migranti minacciano di "bloccare il Natale": cariche della polizia e lanci di pietre

  • Inseguimento da film nel Foggiano: fuga a folle velocità tra la nebbia per 40 km, volanti speronate e sul finale lo schianto

  • Presa la banda foggiana che assaltava i bancomat: tre colpi in 20 giorni, quattro arresti

  • Incidente stradale sulla Statale 89: auto perde il controllo e finisce contro un muro, a bordo tre persone

  • Corsa contro il tempo per Domenico, il 37enne e padre di due bambini colpito da una rara malattia: "Aiutateci a salvarlo"

  • La stanza dell'ospedale non ha la tv, paziente esce e ritorna con due lcd da 32 pollici: "Che bel gesto, grazie Luigi"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento