Cabina Enel esplode in via Rosati, altro boato spaventa i foggiani

E’ successo ieri sera. L’esplosione e il boato sono stati avvertito a distanza di una trentina di minuti. Nel pomeriggio l'atto intimidatorio in viale Michelangelo

Foto lettori dell'esplosione di via Michelangelo

Per un attimo è sembrato di rivivere il novembre delle bombe – quello del 2012 - quando ieri pomeriggio l’esplosione di un ordigno piazzato davanti alla saracinesca ‘Romano’ - negozio di tessuti, colori e moquette – provocava un forte spavento tra i residenti di viale Michelangelo e zone limitrofe, oltre che danni all’attività commerciale e a un’autovettura parcheggiata lì vicino.

La paura tornava intorno alle 22 in via Rosati, dove ignoti facevano saltare una cabina dell’Enel, e riesplodeva mezzora dopo, alle 22.35 circa, sempre nelle vicinanze di viale Michelangelo, dove in parecchi udivano un forte boato che però non trovava riscontro ufficiale tra le forze dell’ordine.

Nessuna psicosi bombe, quindi, ma boati ed esplosioni reali, che hanno spinto migliaia di foggiani a commentare sui social network l’aria pesante che si respira in città; dove da una parte aleggia l’ombra del racket delle estorsioni, dall’altra, probabilmente come nel caso del boato udito a tarda sera, di qualche bullo a cui evidentemente piace scherzare con il fuoco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente stradale, auto esce fuori strada e si schianta contro un albero: muore 44enne

  • Tenta il suicidio, sospeso nel vuoto tra il balcone e l'asfalto perde i sensi: figlio, vicino, carabinieri e 115 gli salvano la vita

  • Attimi di tensione al Grandapulia, migranti minacciano di "bloccare il Natale": cariche della polizia e lanci di pietre

  • Grave incidente stradale in A14: sei feriti in tre tamponamenti, grave un uomo di Manfredonia

  • Inseguimento da film nel Foggiano: fuga a folle velocità tra la nebbia per 40 km, volanti speronate e sul finale lo schianto

  • Presa la banda foggiana che assaltava i bancomat: tre colpi in 20 giorni, quattro arresti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento