L'Arma centra l'obiettivo: Ferragosto senza disordini né incidenti (grazie a 758 carabinieri in strada)

Nella tre giorni 'ferragostana', i carabinieri hanno effettuato oltre 380 perlustrazioni, controllato 1893 mezzi e identificato 2747 persone. Elevate multe per 77.000 euro, 12 patenti ritirate, 11 arrestati e 5 armi sequestrate

Una delle pattuglie in campo a Ferragosto

La 'tre giorni ferragostana' appena trascorsa - il periodo più 'caldo', in ogni senso, dell'estate - quest'anno è stata caratterizzata dalla totale assenza di gravi incidenti e turbative dell'ordine e della sicurezza pubblica. Il dato, di non poco rilievo in una provincia tanto vasta e territorialmente diversificata, va senz'altro a merito di una sempre più sentita e diffusa educazione civica dei singoli, ma altrettanto all'impegno di chi, in silenzio e sempre con discrezione, ha trascorso il periodo normalmente dedicato a famiglia e relax a vegliare e controllare che nulla potesse rovinare la festa. 

Uomini e donne dell'Arma foggiana, infatti, nei loro 58 presidi sul territorio, hanno vigilato sulla sicurezza stradale, lungo le vie urbane, le arterie principali e le stradine di campagna, sul regolare andamento della vita dei centri più popolosi e delle contrade più lontane, sul rispetto delle norme che tutelano la salute delle persone in ristoranti, lidi balneari e altri locali pubblici, sull'impossibilità di interferire negativamente con la serenità delle persone libere da parte dei numerosi soggetti sottoposti ai rigori della Legge, pur in forme detentive alternative alla reclusione carceraria.

Di giorno e di notte, i carabinieri hanno perlustrato, controllato, ispezionato, perquisito e sanzionato quanto in ogni altro periodo, ma con la consapevolezza di una maggiore responsabilità, derivante dal diffuso clima di spensieratezza che generalmente si impadronisce di chi gode di un periodo di festa in famiglia o con gli amici. L'estate 2019 comunque, anche se ha da tempo effettuato il giro di boa, continua, e con essa anche l'impegno dei carabinieri affinché nella memoria di residenti e turisti ne rimangano solo ricordi di gioia, serenità e sicurezza.

L'attività messa in campo dai militari, ben 785 quelli impiegati, ha permesso di controllare - mediante 385 pattuglie e perlustrazioni effettuate - 1893 mezzi e di identificare 2747 persone. Ancora, sono state elevate contravvenzioni al codice della strada (383, per un totale di 77.774 euro) 6 contestazioni per guida in stato di ebbrezza (alcolica e da stupefacenti) e 12 patenti ritirate. Sottoposti a sequestro o fermo 92 mezzi e controllati 1358 arrestati detenuti domiciliari.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Numerose le attività ricettive, di ristorazione, intrattenimento controllate dagli uomini dell'Arma: ben 215, con 16 contravvenzioni nello specifico settore elevate (per un totale di 19738 euro, 4 proposte di sospensione delle licenze). Ancora, effettuate 119 perquisizioni (personali e domiciliari), sequestrate 5 armi, 257 grammi di stupefacenti. Infine, arrestate 11 persone per reati vari e 57 quelle denunciate a piede libero. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente sulla Statale 16: tir si ribalta a pochi chilometri da Foggia, un morto e un ferito

  • Coronavirus, piccola impennata di contagi nel Foggiano: 10 nuovi casi. Calano i positivi in Puglia

  • Si torna a ballare in Puglia: verso la riapertura di club e discoteche all'aperto

  • Covid: nove dei 10 contagi sono del focolaio di Torremaggiore. Tre ricoverati e 83 persone in quarantena

  • Il gruppo Amadori vende azienda del Foggiano per 30 milioni. I nuovi proprietari sono le 'Fattorie Garofalo' di Capua

  • Locale sovraffollato, multa e 5 giorni di chiusura dopo 70 giorni di stop forzato. Titolari si scusano: "Situazione ingestibile"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento