Barca a vela incagliata all'ingresso del porto di Vieste: soccorsi i tre a bordo

Le condizioni meteomarine non hanno aggravato la situazione che altrimenti poteva diventare molto pericolosa. Un mezzo nautico privato ha liberato l’unità dall’incaglio mentre la Guardia Costiera ha sovrinteso alle manovre

Le attività di soccorso

Può capitare, anche quando il traguardo sembra raggiunto, che una condizione ritenuta normale, tranquilla, vissuta più e più volte senza alcun problema riservi delle inaspettate e spiacevoli sorprese.

E' quello che è accaduto questa mattina intorno alle 6:00, sul Gargano, dove una imbarcazione a vela di 14 metri, in ingresso nel porto di Vieste, è stata fermata dal fondale; il bulbo della deriva - che questo genere di unità ha come elemento fondamentale della struttura nautica, con compiti di zavorra ed equilibrio facendo aumentare notevolmente il pescaggio dell’unità - l’ha incagliata al fondale sabbioso dell’avamporto di Vieste.

Le condizioni meteomarine ottime non hanno aggravato la situazione che altrimenti poteva diventare molto pericolosa per le tre persone a bordo e per quelle intervenute in soccorso. Un mezzo nautico privato ha liberato l’unità dall’incaglio. Gli uomini di questa Guardia Costiera imbarcati sulla motovedetta SAR CP880, allertati dal personale di questa Sala Operativa, hanno assistito da vicino alle manovre, pronti a intervenire qualora ce ne fosse stato bisogno. Il disincaglio è avvenuto in tempi brevi, l’imbarcazione a vela non ha riportato danni e ha raggiunto l’ormeggio in porto autonomamente.

Al riguardo, la Guardia Costiera ricorda le disposizioni dell’Ordinanza n° 10/2013, datata 8 maggio 2013, con successive integrazioni (24/2013 e 46/2014), nello specifico all’articolo 2, regola l’ingresso e l’uscita dal porto di Vieste a tutte le unità navali stabilendo l’interdizione all’entrata alle unità con pescaggio uguale o maggiore di 2,5 metri e a quelle con pescaggio compreso tra 1 e 2,5 metri di contattare questa Sala Operativa almeno 500 metri prima dell’imboccatura, avere in funzione adeguati sistemi di ecoscandaglio e andatura minima. 

Potrebbe interessarti

  • A spasso nel Gargano e quella torre che si affaccia sul mare cristallino tra i laghi di Lesina e Varano

  • Come allontanare api, vespe e calabroni: alcuni rimedi naturali

  • Gargano da amare: dai faraglioni di Mattinata al castello di Manfredonia, dalla Basilica di Siponto alla grotta di San Michele

  • Gli usi del bicarbonato di sodio che ancora non conosci

I più letti della settimana

  • Tragedia sulla Statale 16, terribile scontro tra Lesina e San Severo: un morto e un 24enne trasportato in ospedale

  • Voleva togliersi la vita, Roberta lo ha salvato e poi il blackout: così Francesco l'ha uccisa a mani nude

  • Ultim'ora | Vento forte, grandine e fulmini sul Gargano: il maltempo minaccia l'estate in Capitanata

  • San Severo sotto shock piange Roberta Perillo: "È in un altro mondo, dove esiste amore autentico"

  • Ultim'ora | Omicidio a San Severo, giallo in via Rodi: uccisa una donna

  • "Non l'ho uccisa perché voleva lasciarmi", ma Roberta non c'è più. La denuncia sui social: "Le amiche sapevano, nessuno l'ha ascoltata"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento