Furti, scippi e atti di bullismo a San Severo: presa baby-gang di 14enni sfrontati e violenti

L'operazione della Polizia Locale di San Severo. Il maggiore Ciro Sacco: "Presa una baby gang che ha perpetrato atti di bullismo, violenza e piccoli furti di vari oggetti scegliendo come vittime giovani ragazzi e anziani"

Immagine di repertorio

Ragazzini terribili, sfrontati e violenti. Una baby gang di 14enni è stata sgominata dagli agenti della Polizia Locale, a San Severo, nell’ambito di una indagine partita d uno scippo avvenuto in pieno giorno, in via Mattinata ai danni di un’anziana donna da parte di tre ragazzi minorenni.

Il personale della Polizia Locale, prontamente intervenuto sul luogo, ha aiutato la signora nel frattempo caduta a terra e si è messo sulle tracce dei tre, che in un primo momento sono riusciti a dileguarsi. A seguito delle indagini, i tre sono stati individuati e identificati nella stessa mattinata. Inoltre, si sta verificando il coinvolgimento dei tre giovani, tutti minori di 14 anni, in altri episodi simili accaduti nei giorni precedenti nel centro urbano a danno di ragazzi coetanei.

“Dai primi accertamenti - spiega il comandante magg. Ciro Sacco -, si deduce l’esistenza di una baby gang che ha perpetrato atti di bullismo, violenza e piccoli furti di vari oggetti, tra cui cellulari, scegliendo come vittime giovani ragazzi e anziani. Le operazioni condotte, hanno consentito di percepire la pericolosità sociale dei soggetti individuati, organizzati come una banda per compiere atti di natura delittuosa”.

I tre minorenni sono stati segnalati e denunciati alla Procura dei Minori di Bari per scippo con strappo e lesioni, pericolosità sociale, avviando, nel contempo, l’attività dei servizi sociali. La vittima ha riportato lesioni per 30 giorni. L'operazione è stata apprezzata dal sindaco Francesco Miglio e dall’assessore alla Legalità, Raffaele Fanelli, che hanno rivolto un pubblico plauso all'intero corpo di Polizia Locale diretto dal Magg. Ciro Sacco.

“Questa operazione - spiegano sindaco e assessore - accende nuovamente i riflettori su un disagio giovanile che si trasforma in violenza, bullismo e atti di natura delittuosa. Su questi temi è importante che le famiglie, le scuole, le associazioni sportive e le parrocchie riservino un momento di confronto con i giovani sul tema. Questi ragazzi hanno il diritto di essere salvati e di ritrovare la via della legalità”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strage a Orta Nova, triplice omicidio e suicidio: spara e uccide moglie e due figlie di 13 e 18 anni, poi si toglie la vita

  • Mazzi di fiori, lacrime e dolore per Teresa, Miriana e Valentina (il Comune penserà ai funerali): città incredula per l'insano gesto di Ciro

  • Incredibile al carcere di Foggia, detenuto telefona ai carabinieri dalla cella: "Siamo al ridicolo"

  • Bus frena per evitare auto, donna cade e muore: due persone a giudizio per omicidio stradale

  • "Addio Costanzo", il dirigente medico del Pronto Soccorso sempre al servizio dei pazienti: "Era un professionista esemplare"

  • Ingerisce droga, neonata in coma a Foggia: "Monitoriamo parametri vitali, situazione stazionaria"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento