Frana SP 5, oltre al danno la beffa: il percorso alternativo farà aumentare il costo degli autobus?

Il percorso alternativo per la Provinciale 6 allunga i tempi di percorrenza in media di 20 minuti. Ferrovie del Gargano, dovendo percorrere più chilometri, ha annunciato possibili aumenti sul costo del biglietto in sede di consuntivo

La frana sulla SP 5

La pioggia sgretola una strada rifatta appena 18 mesi fa: l’asfalto ha ceduto prima di Pasqua e, ancora oggi, raggiungere i Monti Dauni è una impresa. Una frana importante lungo la Provinciale 5, dal fronte di circa 50 metri per 3 di profondità, isola i comuni montani dal resto della Capitanata.

La SP 5, infatti, è la direttrice che collega il comune di Pietramontecorvino con Castelnuovo della Daunia, Casalvecchio di Puglia e Casalnuovo Monterotaro, e rappresenta un nodo strategico per i collegamenti tra i Monti Dauni settentrionali e il resto del Foggiano. I sindaci dei quattro comuni non ci stanno e annunciano battaglia. Ricevuti dal prefetto di Foggia, Maria Tirone, pretendono che il Governo dichiari al più presto lo stato di emergenza per accelerare le procedure di sistemazione delle strade in questa fetta di Puglia.

Non solo, gli stessi hanno chiesto un incontro urgente con l’assessore regionale ai Lavori Pubblici e ai Trasporti, Giovanni Giannini, affinché la Regione trovi le risorse necessarie per effettuare lavori straordinari sul tratto di strada franato, grattando il fondo del capitolo dedicato al dissesto idrogeologico. La situazione è seria: metà della popolazione dei comuni dei Monti Dauni ha necessità di raggiungere il resto della Capitanata per lavoro o studio e, al momento, la SP 5 è interdetta al traffico; della strada a doppio senso di marcia, nel tratto in questione, resta appena mezza carreggiata.

Il percorso alternativo per auto e pullman di linea passa per la SP 6, allungando i tempi di percorrenza in media di 20 minuti. “Oltre al danno, la beffa – spiega il sindaco Castelnuovo della Daunia, Guerino De Luca - Ferrovie del Gargano, la società che gestisce il trasporto pubblico, dovendo utilizzare più mezzi e percorrere più chilometri (la previsione è di 100mila km in più in un anno) ha annunciato che in sede di consuntivo potrà aumentare il costo del biglietto. Tutto a discapito della popolazione”.

Nei prossimi giorni, verrà effettuato un sopralluogo con i tecnici della Provincia per individuare una variante temporanea che possa aggirare la frana. Il sindaco De Luca è preoccupato. La frana sta mettendo in ginocchio il paese: “A Castelnuovo abbiamo una importante clinica privata e un centro termale; quest’ultimo impiega 63 persone e l’anno scorso ha registrato 10mila presenze. Stiamo già ricevendo disdette di interi gruppi perché hanno difficoltà a raggiungerci”. Insieme alla Provinciale 5, insomma, sta franando la quotidianità e l’economia dei Monti Dauni.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Foggia usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strage a Orta Nova, triplice omicidio e suicidio: spara e uccide moglie e due figlie di 13 e 18 anni, poi si toglie la vita

  • Mazzi di fiori, lacrime e dolore per Teresa, Miriana e Valentina (il Comune penserà ai funerali): città incredula per l'insano gesto di Ciro

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Bus frena per evitare auto, donna cade e muore: due persone a giudizio per omicidio stradale

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • "Addio Costanzo", il dirigente medico del Pronto Soccorso sempre al servizio dei pazienti: "Era un professionista esemplare"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento