Lavoro in cambio di denaro: ex ispettore di polizia e guardie giurate assolti "perché il fatto non sussiste"

Processo Rangers a Foggia: assolti con formula piena gli imputari Michele Laccetti, Luigi La Salvia e Vincenzo Zippari

Foto d'archivio

Assoluzione con formula piena per i tre foggiani alla sbarra per il processo ‘Rangers’, in relazione a presunte compravendite di posti di lavoro per il servizio di vigilante tradotte dall’accusa nei reati di estorsione (con presunte minacce anche a mano armata). Ma “il fatto non sussiste” per i giudici della sezione collegiale del Tribunale di Foggia, nell’udienza dello scorso 10 aprile. 

Assolti in primo grado, quindi, l’ispettore della polizia di Stato in quiescenza Michele Laccetti, foggiano di 64 anni, la guardia giurata Luigi La Salvia, pensionato, di 60 anni ed il vigilante 51enne Vincenzo Zippari.

Il pm aveva chiesto la condanna a 7 anni e 6 mesi per ciascuno degli imputati, mentre le rispettive difese chiedevano l’assoluzione da tutti i reati contestati. Prescrizione anche per due imputazioni di truffa, risalenti al periodo alla primavera del 2010.

Potrebbe interessarti

  • Peschici, un paradiso rovinato dal degrado: "L'inciviltà regna sovrana e subiamo i postumi delle notti brave"

I più letti della settimana

  • Incidente mortale: 20enne perde la vita in un terribile scontro frontale, nove persone ferite

  • Dramma sfiorato a Peschici: rischia di soffocare al ristorante, salvato da un turista. "Maurizio, sei un eroe!"

  • Risucchiata dalle correnti bambina sprofonda giù, fratellino tenta di salvarla ma rischia di annegare. "Salvi per miracolo"

  • Rissa di Ferragosto in pieno centro: scoppia lite tra due uomini, uno si scaglia contro gli agenti. Arrestato

  • Grave incidente stradale tra Trinitapoli e Cerignola, scontro tra due auto: un morto

  • Incidente sulla Statale finisce in rissa: in due finiscono al pronto soccorso, coinvolto anche un foggiano

Torna su
FoggiaToday è in caricamento