Accusato di stupro su una ragazza disabile, ma per il Gup fu rapporto consenziente: assolto

Finisce l’incubo per un ragazzo di Lesina, accusato di aver costretto ad avere un rapporto sessuale una ragazza con disabilità psicomotorie. Secondo il Gup non ci fu alcuna forzatura

Lesina

Assolto perché “il fatto non costituisce reato”. E’ la sentenza emessa dal Gup del Tribunale di Foggia che ha assolto un ragazzo di Lesina difeso dall'avvocato Ruggiero Romanazzo, dall’accusa di violenza sessuale nei confronti di una ragazza con disabilità psicomotorie. I fatti risalgono al luglio 2014, quando la ragazza denunciò un ragazzo di Lesina, accusandolo di averla costretta con la forza ad avere un rapporto sessuale.

Il fatto, che suscitò un certo clamore nel piccolo comune, ha conosciuto il suo epilogo questa mattina, dopo tre anni di indagini, con il pronunciamento del Gup (l’accusato aveva scelto il rito abbreviato), secondo cui il rapporto tra i due soggetti si è consumato senza alcuna forzatura. Per questo l’accusato, difeso dall’avvocato Ruggiero Romanazzi di Termoli, è stato assolto con formula piena.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tenta il suicidio, sospeso nel vuoto tra il balcone e l'asfalto perde i sensi: figlio, vicino, carabinieri e 115 gli salvano la vita

  • Attimi di tensione al Grandapulia, migranti minacciano di "bloccare il Natale": cariche della polizia e lanci di pietre

  • Inseguimento da film nel Foggiano: fuga a folle velocità tra la nebbia per 40 km, volanti speronate e sul finale lo schianto

  • Presa la banda foggiana che assaltava i bancomat: tre colpi in 20 giorni, quattro arresti

  • Assalto armato a un portavalori: paura e fuga, ritrovata la Jeep dei banditi e una targa clonata intestata a un'auto del Foggiano

  • Incidente stradale sulla Statale 89: auto perde il controllo e finisce contro un muro, a bordo tre persone

Torna su
FoggiaToday è in caricamento