Non si ferma all’alt e innesca un pericoloso inseguimento con i carabinieri: arrestato e condannato

Succede a Trinitapoli. Convalidato l’arresto, il Tribunale ha proceduto al giudizio per direttissima, condannando l'uomo a tre mesi di reclusione, con sospensione condizionale della pena, e disponendone la scarcerazione

Immagine di repertorio

Non si ferma all’alt e innesca un pericoloso inseguimento: arrestato e condannato. E’, in breve, quanto accaduto a Trinitapoli, devo i carabinieri del NORM - Sezione Radiomobile della Compagnia di Cerignola hanno arrestato Giuseppe Campanella, cl.’90, di Trinitapoli, già noto alle Forze dell’Ordine.

Alcuni giorni fa, mentre si trovava al volante di una Ford Fiesta, a Trinitapoli, in via Grandi, non si è fermato all’alt intimatogli dai militari dandosi alla fuga, e innescando così un pericoloso inseguimento tra le vie del paese. Raggiunto e bloccato, è stato dichiarato in arresto per resistenza a pubblico ufficiale. In più, a seguito di perquisizione personale, in suo possesso i carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato 0,5 grammi di hashish.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo le formalità di rito, su disposizione della Procura di Foggia, l’arrestato è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto. Convalidato l’arresto, il Tribunale di Foggia ha proceduto al giudizio con rito direttissimo, condannando il Campanella a tre mesi di reclusione, con sospensione condizionale della pena, e disponendone la scarcerazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Foggia: trovato cadavere in un'auto

  • Coronavirus: le persone con il gruppo sanguigno A sviluppano sintomatologie più gravi, gruppo 0 è più protetto

  • Palpeggia, solleva e stringe a sè ragazza in via Sabotino. Interviene la polizia. Cittadino denuncia: "Siamo stanchi"

  • "Il botto è stato tremendo". Carabinieri evitano il linciaggio di due giovani, nel tamponamento ferito un bambino

  • Violenza sessuale su ragazza di 20 anni. Il racconto tra le lacrime: "Mi teneva così stretta che non riuscivo a liberarmi"

  • Uomo scomparso a Foggia, da 24 ore non si hanno più notizie. I familiari: "Aiutateci a ritrovarlo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento