Ragazza chiama i carabinieri e fa arrestare stalker: voleva a tutti i costi sposarla e portarla in Marocco

Atti persecutori ai danni di una giovane di Ordona proprio nel giorno dedicato alle donne. I Carabinieri arrestano in flagranza un cittadino marocchino

Il marocchino arrestato

Proprio nella giornata dedicata alla festa delle donna, i carabinieri di Orta Nova hanno arrestato in flagranza di reato con l’accusa di atti persecutori, un cittadino marocchino classe '84, che da alcuni mesi aveva perso la testa per una ragazza di Ordona.

Proprio ieri, dopo averla pedinata, Munir El Miroune ha tentato per l’ennesima volta di avvicinarsi, ma la malcapitata si è vista costretta a chiudersi nella propria auto e a chiamare i carabinieri.

Giunti tempestivamente sul posto, gli uomini in divisa hanno bloccato l’uomo mentre tentava di aprire gli sportelli dell’autovettura. Il soggetto ha giustificato il proprio comportamento dicendo di essersi innamorato della ragazza e che l'avrebbe voluta sposare e portare in Marocco.

Gli approfondimenti successivi hanno poi permesso di verificare che lo stalker, già dichiaratosi alla giovane, al suo deciso rifiuto di intraprendere qualsiasi relazione sentimentale dallo scorso mese di ottobre, la pedinava e si appostava nei pressi della sua abitazione. Il cittadino marocchino è stato portato presso la Casa Circondariale di Foggia, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Potrebbe interessarti

  • Il fascino di Càlena, l'abbazia sul Gargano dove si narra vi sia custodito il tesoro di Barbarossa

  • La grotta di San Michele che si specchia sul lago di Varano, un luogo suggestivo che trasmette una sensazione di pace

  • Colon irritabile: cos'è, sintomi e possibili cause

  • Arredare casa: le 5 piante da interno che non hanno bisogno di luce

I più letti della settimana

  • Francesco Ginese non ce l'ha fatta: è morto a Roma

  • Tragedia nelle acque del Gargano: bagnante muore annegato

  • Tragedia alle porte di Foggia, violento impatto tra un furgone e una moto: c'è una vittima

  • Tutta Foggia è con Francesco, che lotta tra la vita e la morte: si è reciso l'arteria femorale mentre scavalcava un cancello

  • Tragedia nel Foggiano: morta 11enne, genitori ricoverati in gravi condizioni a San Giovanni Rotondo

  • Foggia in lacrime per la tragica morte di Francesco: "Addio amico mio, non doveva finire così!"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento