Droga, nomi, cifre e foto sul cellulare (e anche l’energia elettrica rubata): arrestato 22enne

La polizia di San Severo ha arrestato un giovane pregiudicato locale per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e furto di energia elettrica

Il materiale sequestrato

Nel corso dei controlli mirati alla repressione e prevenzione dei reati di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, nel pomeriggio di venerdì gli agenti della Polizia di Stato del Reparto Prevenzione Crimine di Vibo Valentia hanno arrestato Fernando Antonio Infante, pregiudicato sanseverese classe 1996, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e furto aggravato di corrente elettrica.

Intorno alle 16, nel percorrere via Lucera, i poliziotti hanno notato il 22enne (in compagnia di una ragazza), che alla vista dell’auto di servizio ha mostrato segni di nervosismo così da spingere gli uomini in divisa a compiere nei suoi confronti una perquisizione personale, poi estesa all’abitazione e al box di pertinenza, dove sono stati trovati una macchina per pellicole sottovuoto, due rotoli e cinque bustine per confezionamento di sottovuoto e banconote per un totale di 235 euro.

Nel mazzo di chiavi è stata individuata una chiave in metallo Silca CB6 per lucchetti. Seppur con riluttanza, il giovane ha ammesso che si trattava di un’altra abitazione in suo uso esclusivo, dove all’interno del cassetto di un tavolo c’erano 104 grammi di hashish divisi in due pezzi, due bilancini di precisione, due rotoli di pellicola cellophane, due forbici intrise di sostanza stupefacente, un coltello ed un taglierino con lame intrise di sostanza stupefacente, due grinder, un quaderno riportante nomi con cifre e nell’anta sinistra di un pensile 83.60 euro contenuti in un bicchiere di plastica; in un armadio sono stati rinvenuti due seghetti, due cacciaviti, un piede di porco, una punta a scalpello, una punta per trapano elettrico, un bastone in legno. Tutto quanto rinvenuto è stato sequestrato unitamente al telefono cellulare di proprietà del giovane sul quale sono presenti alcune foto raffiguranti della sostanza stupefacente del tipo hashish.

Durante la perquisizione gli operatori hanno notato che il contatore elettrico, situato all’interno dell’immobile, era stato manomesso. Infatti il personale dell’Enel ha accertato il furto di corrente elettrica. Il 22enne è stato sottoposto agli arresti domiciliari a disposizione della Procura della Repubblica di Foggia in attesa del processo per direttissima.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riparte l'estate "strana" della Puglia: spiagge aperte da lunedì 25 maggio. Dal 1 luglio obbligo di apertura degli stabilimenti

  • Tragedia a Manfredonia: auto in mare, morta donna

  • Coronavirus, piccola impennata di contagi nel Foggiano: 10 nuovi casi. Calano i positivi in Puglia

  • Tragico incidente stradale sulla 'Adriatica': morto operaio foggiano, il terribile schianto contro un albero

  • Terribile incidente sulla Statale 16: tir si ribalta a pochi chilometri da Foggia, un morto e un ferito

  • Covid: nove dei 10 contagi sono del focolaio di Torremaggiore. Tre ricoverati e 83 persone in quarantena

Torna su
FoggiaToday è in caricamento