Carabinieri aggrediti e feriti, uno era libero dal servizio: arrestato 28enne

I due marescialli dei carabinieri erano stati aggrediti il 9 dicembre scorso nei pressi di un ufficio postale. Il fratello dell'arrestato era riuscito a scappare, poi aveva ammesso le proprie responsabilità

Foto di repertorio

I militari della Stazione Carabinieri di San Nicandro Garganico, coadiuvati dal personale del Nucleo Operativo e Radiomobile di San Severo, hanno dato esecuzione ad una ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari a carico di un 28enne pregiudicato del posto, per i reati di violenza, resistenza e minaccia a pubblico ufficiale in concorso.

In particolare, la mattina del 9 dicembre scorso, il comandante della Stazione Carabinieri di Cagnano Varano, il maresciallo Graziano Foschi, libero dal servizio ed in abiti civili, si era recato presso l'ufficio postale di San Nicandro Garganico per delle incombenze di carattere personale, ma una volta giunto sul posto aveva notato che nelle immediate adiacenze dello stabile dove è ubicato lo sportello Postamat, c'erano due fratelli nonché noti pregiudicati locali, presumibilmente in procinto di compiere qualche atto criminoso.

Il militare, al fine di capire il motivo della loro presenza in quel punto, li aveva monitorati per qualche minuto, ma dopo poco era stato riconosciuto dal 28enne, che improvvisamente lo aggrediva e si dava alla fuga con il fratello.

I due veniva intercettati dai colleghi del carabiniere ferito capeggiati dal maresciallo Gabriele Marra, vicecomandante della locale stazione. Il primo riusciva immediatamente a scappare, l'altro, dopo aver ingaggiato una colluttazione, spintonava con violenza il militare, che perdeva l'equilibrio e cadeva a terra riportando la frattura della clavicola. Entrambi i militari venivano successivamente soccorsi e trasportati per le cure del caso presso l’ospedale 'Casa Sollievo della Sofferenza' di San Giovanni Rotondo, in conseguenza delle gravi lesioni personali patite.

Le immediate ricerche attivate in quell’area per ricercare i due malviventi, protrattesi per lungo tempo, consentivano di individuare uno dei due fratelli, ormai “braccato”, che quindi decideva di presentarsi spontaneamente e così costituirsi presso la Stazione CC di San Nicandro Garganico, dove ammetteva le proprie responsabilità, mentre il fratello, il 28enne, nel frattempo si rendeva di fatto irreperibile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Procura della Repubblica di Foggia, nel condividere gli esiti di tutti gli accertamenti e delle indagini espletate dagli investigatori dell’Arma nella grave circostanza, richiedeva infine all’Ufficio G.I.P. una misura cautelare custodiale nei confronti del 28enne, che veniva accordata ed eseguita in queste ore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente stradale sulla A14 nel Foggiano: morto intrappolato tra le fiamme il conducente di un camion

  • Il tuffo in mare, il malore e la morte: annega a Vieste Rossano Cochis, braccio destro di Vallanzasca detto 'Nanu'

  • Tragedia sfiorata in mare: madre e figlio rischiano di annegare, militare si lancia in acqua e li salva

  • Morsa da un rettile mentre è al lavoro nei campi. Corsa in ospedale per una giovane bracciante: "Era sopraffatta dal dolore"

  • Ultima ora: 12 arresti nell'operazione 'Turn-over'. Sgominato traffico di droga, metodi mafiosi e armi a Trinitapoli

  • Assalto paramilitare al blindato portavalori della Cosmopol: sgominata la banda, arresti anche nel Foggiano

Torna su
FoggiaToday è in caricamento