Ricettazione di mezzi rubati, blitz sulla Statale 16: arrestato titolare di un centro autodemolizioni

Accade a Cerignola, dove i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno arrestato un 32enne del posto già noto alle forze dell’ordine. L'uomo, ritenuto responsabile del reato di ricettazione, è ai domiciliari

L'attività dei carabinieri

Nuovo provvedimento restrittivo per il titolare di una ditta di autodemolizioni per ricettazione di mezzi. I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Cerignola hanno arrestato Francesco Carosiello, 32enne di Cerignola, già noto alle forze dell’ordine.

Nei suoi confronti i militari hanno eseguito una ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari, emessa dal GIP del Tribunale di Foggia su richiesta della locale Procura della Repubblica, poiché ritenuto responsabile del reato di ricettazione. Lo stesso, titolare dell’autorimessa autodemolizione “All Truck s.r.l.”, sita a Cerignola lungo la Statale 16 in direzione di Foggia, era già stato destinatario, lo scorso 13 febbraio, di una analoga ordinanza emessa dallo stesso gip perché il 22 ottobre dello scorso anno era stato sorpreso, all’interno dell’autodemolizione di sua proprietà, in possesso di un autocarro completamente smontato risultato provento di furto commesso due giorni prima nel comune di Francavilla al Mare.

E proprio il 13 febbraio scorso, in occasione dell’esecuzione del decreto, i carabinieri avevano rinvenuto un furgone Turbo Daily smontato, privo di targhe e di parte della carrozzeria, che da accertamenti era risultato di provenienza delittuosa. Il proprietario del furgone infatti ne aveva denunciato l’appropriazione indebita nel settembre 2018 da parte un soggetto a lui sconosciuto, che si era presentato come “Ciro”, gli aveva chiesto urgentemente il furgone in affitto per un trasporto cucine, per poi rendersi irreperibile, senza più restituire il veicolo, che era poi stato ritrovato, per l’appunto, il 13 febbraio scorso nell’autodemolizione “All Truck s.r.l.” di Carosiello, a Cerignola. Per questo motivo il GIP di Foggia, su richiesta della locale Procura, ha emesso nei confronti del 32enne cerignolano l’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari, eseguita alcuni giorni fa dai militari della Sezione Radiomobile di Cerignola.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Era bravissimo e un grande lavoratore". Amici e conoscenti in lacrime per Mattia. Pizzeria chiude per due giorni

  • Choc a Foggia: litiga con la fidanzata, i due 'cognati' lo raggiungono a casa e lo accoltellano

  • Rimprovera comitiva chiassosa, ispettore di polizia accerchiato e aggredito sotto casa: grave episodio a San Severo

  • Coronavirus, 8 casi in Puglia ma Capitanata senza vittime né contagi. I positivi scendono a 1222

  • Coronavirus, quattro casi e tre decessi in Puglia. I positivi scendono sotto quota mille. Zero contagi e nessuna vittima in Capitanata

  • Sangue in strada, omicidio a Trinitapoli: 43enne freddato con tre colpi di arma da fuoco

Torna su
FoggiaToday è in caricamento