Si propone come badante, poi 'droga' e rapina anziano: arrestata

Al loro primo incontro, la donna aveva sciolto nel calice dell'uomo un potente farmaco a base di benzodiazepine. Sedata la vittima, la stessa gli ha portato via due cellulari, 100 euro e l'auto di proprietà

La 21enne arrestata

Si propone come aspirante bandate, poi seda e rapina il suo possibile datore di lavoro. Vittima dell’accaduto è un 85enne di Motta Montecorvino, in cerca di una donna che potesse accudirlo nella gestione quotidiana della casa. Al suo annuncio ha risposto una ragazza di 21 anni, di Portocannone, nel Molise, ma ad una cinquantina di km dal piccolo centro sui Monti Dauni. Al loro primo incontro la ragazza si era subito adoperata per preparare un ottimo pranzo e fare colpo sull’anziano. Peccato che nel calice di vino servito accanto al pranzo, la donna aveva sciolto un potente sedativo a base di benzodiazepine che nel giro di pochi secondi aveva stroncato l'uomo, prima semplicemente stordito, poi crollato in un sonno profondo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una volta sedata la vittima, la stessa ha frugato nell’appartamento appropriandosi di due telefoni cellulari, di un portafogli contenente la somma di 100 euro e delle chiavi della Ford Fiesta dell’anziano, a bordo della quale ha fatto rientro a casa. Dopo le indagini avviate dagli uomini dell’Arma, la 21enne Chiara Carta è stata arrestata dai carabinieri di Motta Montecorvino e di Lucera, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in regime di arresti domiciliari, emessa dal gip del Tribunale di Foggia su richiesta della locale Procura; la donna dovrà rispondere del reato di rapina. Il provvedimento è stato eseguito a Torino, dove la stessa si è trasferita da pochi mesi. Il fatto risale al febbraio dello scorso anno e sull’accaduto sono in corso ulteriori accertamenti volti ad accertare la commissioni di altri reati analoghi e il coinvolgimento di eventuali complici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia alle porte di Foggia: violento schianto contro il muro di una villa, muore 50enne di Orsara

  • Tragedia sfiorata in mare: madre e figlio rischiano di annegare, militare si lancia in acqua e li salva

  • Il tuffo in mare, il malore e la morte: annega a Vieste Rossano Cochis, braccio destro di Vallanzasca detto 'Nanu'

  • Incidente sulla Statale 16, scontro frontale tra due auto: cinque feriti

  • Morsa da un rettile mentre è al lavoro nei campi. Corsa in ospedale per una giovane bracciante: "Era sopraffatta dal dolore"

  • Sorpresi a ballare in 800 in un locale, erano tutti ammassati e senza mascherina: sospesa attività a Borgo Cervaro

Torna su
FoggiaToday è in caricamento