Ladri in azione, ma scatta "l'altolà" dei carabinieri: arrestato 24enne, grave incidente dei complici in fuga sulla Statale 16

E' accaduto la scorsa notte, ad Orta Nova. Arrestato in flagranza un 24enne bulgaro. I due complici, riusciti a fuggire, hanno provocato un incidente stradale che ha causato lesioni gravi al conducente dell'altro mezzo coinvolto

L'auto incidentata

Un arresto e due persone ricercate per il tentato furto avvenuto ieri sera, ai danni della stazione di servizio Agip, di viale Ferrovia, ad Orta Nova. 

Nella tarda serata di ieri, verso le 23.00, i carabinieri in servizio di controllo del territorio, transitando lungo viale della Ferrovia, hanno notato tre persone che armeggiavano con fare sospetto nell'area della stazione di servizio Agip. I tre, accortisi che i carabinieri stavano per raggiungerli, sono immediatamente corsi verso l'auto, che avevano lasciato poco distante, ma ormai i militari erano loro addosso.

I militari, infatti, giunti sulla piazzola e lasciata l'auto di servizio a chiudere parte della carreggiata per impedire la fuga ai malintenzionati, erano già scesi per bloccarli, occupando così la parte di strada rimasta sgombra. Due dei sospetti, però, riusciti a salire a bordo dell'auto, hanno ingranato la marcia e, col rischio di travolgere i militari, sono partiti lasciando il terzo complice a piedi. Dopo essere violentemente ruzzolati sull'asfalto per evitare l'impatto con l'auto in corsa, mentre uno dei carabinieri raggiungeva e immobilizzava il complice abbandonato, l'altro dava immediatamente l'allarme alla Centrale Operativa, chiedendo rinforzi per le ricerche dei due fuggiaschi.

É così stato tratto in arresto, per tentato furto aggravato e resistenza a pubblico ufficiale, Valentino Adzonic, classe '95, residente a Foggia e già noto alle Forze di polizia. Durante il sopralluogo, poi, che ha permesso di accertare che i tre, dopo aver parzialmente sollevato la saracinesca del bar-tabaccheria della stazione di servizio, stavano per abbatterne la vetrata con un ariete artigianalmente creato con un pezzo di trave d'acciaio, i carabinieri hanno saputo che l'auto in fuga era andata a tamponare violentemente un'altra vettura lungo la SS 16, nei pressi di borgo Incoronata, verso il chilometro 688, provocando anche gravi lesioni al conducente, mentre i due fuggiaschi avevano continuato la fuga a piedi.

A bordo dell'auto, una Volvo, sulla quale sono ora in corso accertamenti e scrupolosi rilievi tecnici, sono poi stati trovati l'ariete artigianale e altri attrezzi da scasso. L'arrestato, dopo le formalità di rito, è stato condotto alla propria abitazione, dove dovrà rimanere agli arresti, come disposto dalla Procura della Repubblica, e sono state attivate le indagini per l'identificazione degli altri due, riusciti per ora a sottrarsi alla Giustizia, affinché possano rispondere delle proprie responsabilità non solo per il tentato furto ma anche per il grave incidente provocato. Le stesse indagini, inoltre dovranno svelare eventuali altre responsabilità dei tre in furti analoghi commessi in provincia con lo stesso modus operandi.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strage a Orta Nova, triplice omicidio e suicidio: spara e uccide moglie e due figlie di 13 e 18 anni, poi si toglie la vita

  • Mazzi di fiori, lacrime e dolore per Teresa, Miriana e Valentina (il Comune penserà ai funerali): città incredula per l'insano gesto di Ciro

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Bus frena per evitare auto, donna cade e muore: due persone a giudizio per omicidio stradale

  • "Addio Costanzo", il dirigente medico del Pronto Soccorso sempre al servizio dei pazienti: "Era un professionista esemplare"

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

Torna su
FoggiaToday è in caricamento