Operazione Joker, arrestato operatore finanziario foggiano ad Ariano Irpino

Il 43enne promoter finanziario del capoluogo dauno era considerato il regista di un'operazione che ha portato agli arresti domiciliari altri due complici. E' accusato di truffa. I clienti erano ignari di quello che firmavano

Un operatore finanziario foggiano è stato arrestato ad Ariano Irpino nel corso dell’operazione “Joker” con l’accusa di truffa. Le ordinanze di custodia cautelare emesse dalla Tenenza della cittadina campana sono state tre e per loro sono scattati gli arresti domiciliari.

Il promoter finanziario 43enne del capoluogo dauno prometteva ai suoi clienti l’ottenimento di facili finanziamenti e prestiti con tassi vantaggiosi e comode rate. I clienti erano spesso ignari di quello che sottoscrivevano e firmavano quindi delle clausole accessorie che facevano lievitare il costo degli interessi. I prestiti erano prospettati dal promotore, vero e proprio “jolly” dell’operazione finanziaria, come caratterizzati da tassi vantaggiosi e rate comode ma erano di fatto richiesti per il tramite di due mediatori creditizi compiacenti che facevano rientrare nel maggiore capitale oggetto del finanziamento anche lauti compensi ed ingenti guadagni per loro, in danno del contraente.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strage a Orta Nova, triplice omicidio e suicidio: spara e uccide moglie e due figlie di 13 e 18 anni, poi si toglie la vita

  • Mazzi di fiori, lacrime e dolore per Teresa, Miriana e Valentina (il Comune penserà ai funerali): città incredula per l'insano gesto di Ciro

  • Incredibile al carcere di Foggia, detenuto telefona ai carabinieri dalla cella: "Siamo al ridicolo"

  • Carabinieri setacciano l'area "internazionale" del Santuario di San Pio: scattano arresti e denunce

  • Sequestrati a Curci beni per 16 milioni, che il commercialista "che ha manifestato concreta pericolosità sociale" stava occultando

  • Bus frena per evitare auto, donna cade e muore: due persone a giudizio per omicidio stradale

Torna su
FoggiaToday è in caricamento