Affitta un box e lo trasforma in un "bazar dello stupefacente": nei guai 23enne sipontino

Ad insospettire i carabinieri di Manfredonia è stato un insolito via-vai di giovani da e per un box del centro sipontino, che si recavano lì, per l’acquisto di sostanza stupefacente. L'intuizione dei militari si è rivelata esatta

Ad insospettire i carabinieri di Manfredonia è stato un insolito via-vai di giovani da e per un box del centro sipontino, che si recavano lì, probabilmente, per l’acquisto di sostanza stupefacente. Intuizione che si è rivelata esatta, e che ha portato i militari all'arresto, in flagranza di reato per detenzione a fini di spaccio di sostanza stupefacente, di un 23enne incensurato del posto. 

I militari, infatti, avevano deciso di intervenire, giungendo nei pressi del box in questione, tra il fuggi fuggi generale. Il ragazzo che era all’interno, alla vista dei militari, ha anche tentato di chiudersi dentro, ma non ha fatto in tempo per il veloce sopraggiungere dei carabinieri, che lo hanno bloccato e identificato. Nel corso della perquisizione del box, che l'indagato aveva preso in locazione da circa un anno, sono stati trovati circa 10 grammi di hashish e altrettanta marijuana, verosimilmente quanto era rimasto della frenetica attività di spaccio già posta in essere nella giornata. Accanto alla sostanza la somma contante di 513 euro, in banconote di piccolo taglio e monete, verosimile provento della medesima attività delittuosa.

Ancora materiale vario per il confezionamento in dosi dello stupefacente, taglierini ancora sporchi delle stesse sostanze rinvenute, bilancino di precisione, svariati grinder utilizzati per la triturazione della marijuana, insomma un vero e proprio bazar dello stupefacente. Accompagnato presso gli uffici del Comando Compagnia Carabinieri di Manfredonia per gli accertamenti del caso, al termine delle formalità, tenuto conto delle modalità con cui la sostanza si presentava nonché di tutto il materiale rinvenuto, il 23enne è stato dichiarato in stato di arresto per detenzione a fine di spaccio di sostanza stupefacente e condotto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma a Cerignola: spara e uccide la vicina, ferisce la moglie e poi si toglie la vita

  • Scacco al clan: maxi operazione antimafia di Carabinieri e Cacciatori, 50 arresti (anche a Foggia e Cerignola)

  • Mamma 'scatenata', in auto con i figli minori forza posto di blocco e avvia pericoloso inseguimento

  • Mafia garganica: catturato alle Canarie 'U meticcio', è rientrato in Italia dopo l'arresto del blitz 'Neve di Marzo'

  • Aggredito il consigliere comunale Massimiliano Di Fonso: picchiato da 5 uomini, finisce in ospedale

  • Ladri di olive in azione, dipendenti del frantoio fingono di non accorgersene. Irrompono i carabinieri, un arresto e furto sventato

Torna su
FoggiaToday è in caricamento