San Marco in Lamis, Carabinieri arrestano due ladri d’appartamento

E' l'ultimo episodio in ordine di tempo avvenuto in città. I Carabinieri di San Severo hanno arrestato due persone colte in flagranza di reato. Caricavano mobili antichi in macchina

Ennesimo tentativo di furto fallito a San Marco in Lamis. Il paese garganico non è nuovo a episodi di questo genere e fortunatamente spesso alcuni casi si sono risolti in pochissimo tempo e senza tragiche conseguenze.

L’ultimo in ordine di tempo è successo l'altro ieri, quando due ladri sono riusciti ad entrare in un’abitazione dopo aver forzato la porta d’ingresso. Una segnalazione anonima giunta al Comando dei Carabinieri ha permesso ai militari della compagnia di San Severo congiuntamente a un poliziotto sammarchese,  di giungere immediatamente sul posto e cogliere i due in flagranza di reato.

I due ragazzi, anch'essi sanseveresei, stavano caricando dei mobili antichi all’interno della loro autovettura.
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Uno fa il palo, l'altro 'l'apri-porta': presi i due complici della rapina di via Guareschi

    • Monti Dauni

      Andare a vivere a Candela conviene: il sindaco offre un contributo a chi decide di trasferirsi

    • Cronaca

      Incastrato dalle telecamere mentre appicca il fuoco ad un'auto, in casa nascondeva tre 'bombe'

    • Cronaca

      Danneggiato da una bomba, pub riapre dopo due mesi

    I più letti della settimana

    • Terribile incidente stradale sulla Statale 16: due morti e tre feriti

    • Inseguimento da film a Foggia: giovani su una Peugeot scappano e speronano auto della polizia

    • Nel buio della notte tagliano saracinesca e svaligiano negozio. La titolare: “Vado avanti più forte di prima”

    • Incendio in via Arpi: prende fuoco noto ristorante giapponese

    • Uno fa il palo, l'altro 'l'apri-porta': presi i due complici della rapina di via Guareschi

    • Shock a San Severo, tre rapine in pochi minuti. Il sindaco al Ministro: “Basta, ora ascoltaci!”

    Torna su
    FoggiaToday è in caricamento