Mattinata, il pluripregiudicato Francesco Notarangelo si consegna in carcere

L'uomo, 54 anni, meglio noto come 'Natale', era già stato coinvolto in diverse indagini, insieme ad altri noti pluripregiudicati del posto, ed a Francesco Pio Gentile, vittima il 21 marzo scorso di un agguato di chiaro stampo mafioso

Immagine di repertorio

Anche per il mattinatese Francesco Notarangelo i nodi stanno arrivando al pettine. Raggiunto da una condanna finalmente esecutiva si è presentato in carcere il pregiudicato più noto come "Natale".

Lo scorso lunedi mattina si è costituito al carcere di Foggia Francesco Notarangelo, 54enne bracciante agricolo, pluripregiudicato di spicco della criminalità organizzata mattinatese, con solidi collegamenti con elementi appartenenti al clan Romito - Ricucci - Lombardi. L'uomo, più noto con il soprannome di "Natale", deve scontare una pena residua di tre anni e tre mesi di reclusione perché riconosciuto colpevole di concorso in estorsione, detenzione abusiva di armi comuni da sparo e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, reati commessi a Mattinata tra il maggio ed il giugno del 2011.

La sentenza di condanna della Corte di Appello di Bari risale al 14.11.2016, ed è divenuta esecutiva solo da alcuni giorni, da quando il Tribunale di Sorveglianza di Bari, con propria Ordinanza motivata, aveva rigettato l'istanza prodotta dal condannato di poter essere ammesso ad una delle misure alternative alla detenzione in carcere. Non è affatto escluso che tale diniego sia stato dovuto alle informazioni fornite all'Autorità Giudiziaria dall'Arma. Alla fine del mese scorso, pertanto, la Procura Generale della Repubblica presso la Corte di Appello di Bari – Ufficio Esecuzioni Penali,  gli ha revocato la sospensione dell'ordine di esecuzione per la carcerazione, disponendo il ripristino dell’ordine di carcerazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Francesco "Natale" Notarangelo era già stato coinvolto in diverse indagini, insieme come spesso accadeva ad altri noti pluripregiudicati del posto, che ora ha raggiunto in carcere, ed a Francesco Pio Gentile, rimasto vittima il 21 marzo scorso di un agguato di chiaro stampo mafioso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Foggia: trovato cadavere in un'auto

  • Coronavirus: le persone con il gruppo sanguigno A sviluppano sintomatologie più gravi, gruppo 0 è più protetto

  • Omicidio a Cerignola: uccisa donna di 41 anni in via Fabriano, il marito il principale indiziato del delitto

  • "Il botto è stato tremendo". Carabinieri evitano il linciaggio di due giovani, nel tamponamento ferito un bambino

  • A Vieste l'alloggio è gratis: appartamento fronte mare in cambio di 5 ore al giorno con i cani dell'oasi

  • Uomo scomparso a Foggia, da 24 ore non si hanno più notizie. I familiari: "Aiutateci a ritrovarlo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento