“Se rivuoi la tua auto portami 1200 euro”. Vittima sta al gioco, ma lo fa arrestare

In manette un 43enne di Cerignola, trasferito nel carcere di Foggia, che aveva rubato l’auto a Barletta. Il pluripregiudicato ha fatto pervenire diverse telefonate minatorie

Auto dei carabinieri

I carabinieri di Barletta hanno tratto in arresto in flagranza di reato un 43enne di Cerignola con l’accusa di furto aggravato di autovettura ed estorsione. L’uomo è accusato di aver posto in essere il famoso “cavallo di ritorno”. Dopo aver rubato il veicolo di un barlettano ed esser riuscito a risalire al numero telefonico dell’abitazione di quest’ultimo, il pluripregiudicato ha fatto pervenire diverse telefonate minatorie nel corso delle quali richiedeva 1200 euro in contanti per la restituzione dell’autovettura.

Concordato l’appuntamento presso l’Ospedale civile di Cerignola, la vittima ha immediatamente allertato i militari dell’Arma che prontamente si sono presentati all’incontro individuando il soggetto e traendolo in arresto dopo aver ricevuto una busta con la somma richiesta. Nel corso dell’operazione sono stati recuperati il denaro e l’autovettura.  L’arrestato è stato associato presso la locale casa circondariale a disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Foggia.

Potrebbe interessarti

  • A spasso nel Gargano e quella torre che si affaccia sul mare cristallino tra i laghi di Lesina e Varano

  • Come allontanare api, vespe e calabroni: alcuni rimedi naturali

  • Gargano da amare: dai faraglioni di Mattinata al castello di Manfredonia, dalla Basilica di Siponto alla grotta di San Michele

  • Gli usi del bicarbonato di sodio che ancora non conosci

I più letti della settimana

  • Tragedia sulla Statale 16, terribile scontro tra Lesina e San Severo: un morto e un 24enne trasportato in ospedale

  • Voleva togliersi la vita, Roberta lo ha salvato e poi il blackout: così Francesco l'ha uccisa a mani nude

  • Ultim'ora | Vento forte, grandine e fulmini sul Gargano: il maltempo minaccia l'estate in Capitanata

  • San Severo sotto shock piange Roberta Perillo: "È in un altro mondo, dove esiste amore autentico"

  • Ultim'ora | Omicidio a San Severo, giallo in via Rodi: uccisa una donna

  • "Non l'ho uccisa perché voleva lasciarmi", ma Roberta non c'è più. La denuncia sui social: "Le amiche sapevano, nessuno l'ha ascoltata"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento