Giovane e incensurato ma con mezzo chilo di marijuana in casa: i sospetti dei carabinieri si rivelano fondati

Insospettiti per il via vai di giovani con cui questi aveva brevissimi contatti, i militari decidevano di intervenire, sottoponendolo a perquisizione personale, che veniva estesa anche alla sua abitazione, conclusasi con il rinvenimento di ben 512 grammi di marijuana

Giovedì scorso i Carabinieri della Tenenza di Vieste hanno arrestato il 24enne M.L., nella flagranza del reato di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Nel corso di un servizio finalizzato proprio alla prevenzione e repressione del traffico illecito di stupefacenti, i militari dell'Arma avevano notato la presenza del ragazzo nel centro cittadino, da tempo ritenuto, nonostante la sua incensuratezza, essere coinvolto nello spaccio di sostanze stupefacenti, motivo per cui ne seguivano i movimenti.

Insospettiti per il via vai di giovani con cui questi aveva brevissimi contatti, i militari decidevano di intervenire, sottoponendolo a perquisizione personale, che veniva estesa anche alla sua abitazione, conclusasi con il rinvenimento di ben 512 grammi di marijuana, già suddivisa in più confezioni, bilancino e materiale da confezionamento in dosi dello stupefacente, nonché svariati semi di cannabis e la somma di oltre 1200 euro in contanti, ritenuta essere il provento dell’illecita attività di spaccio, anche alla luce del fatto che il giovane non ha alcuna stabile occupazione lavorativa, il tutto posto sotto sequestro penale.

M.L. è stato dunque dichiarato in arresto e posto agli arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida da parte dell’Autorità Giudiziaria, secondo le disposizioni del Pubblico Ministero di turno della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Foggia, informato nell’immediatezza dei fatti. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Economia

    Pietra tombale sul treno tram, l'assessore Giannini conferma: "L'opera da 50milioni di euro non si fa più"

  • Sport

    L'amaro sfogo di Pirazzini: "Fa male vedere il Foggia in questa situazione. Salvezza? Più facile puntare ai playout"

  • Cronaca

    San Marco in Lamis 'Libera' il coraggio di ribellarsi alla mafia "che ha ucciso la comunità": "Perché non accada mai più"

  • Cronaca

    Dai fratelli Luciani al carabiniere Di Gennaro. La moglie di Luigi: "Quanti innocenti ancora devono morire, quanti?"

I più letti della settimana

  • Omicidio di mafia sul Gargano, svolta sull'uccisione di Silvestri: arrestate due persone su ordine della DDA

  • Attimi di paura in un fondo agricolo: incastrato con la gamba nella fresatrice, agente penitenziario portato in ospedale

  • Incidente stradale sulla Foggia-Lucera: auto e Apecar si scontrano sulla Statale 17 in direzione del capoluogo

  • Minaccia di morte una donna, lei chiama il 112: carabiniere aggredito in strada e "nessuno è intervenuto"

  • Attimi di terrore nella gioielleria: titolare aggredito perde i sensi, cliente in ginocchio e fuga con i preziosi (arrestati)

  • Altra aggressione ad un carabiniere: accade agli Ospedali Riuniti, arrestato

Torna su
FoggiaToday è in caricamento