Nascondeva marijuana, hashish e munizioni in casa: nei guai giovanissimo sorvegliato speciale

Durante un controllo, i carabinieri hanno recuperato 45 grammi di marijuana e 25 di hashish, insieme a 60 cartucce per pistola e fucile di vario calibro e due bossoli esplosi cal. 7,65 sui quali verranno effettuati esami tecnici

Il materiale sequestrato

Quando sabato scorso i carabinieri della Compagnia di Lucera sono entrati presso la sua abitazione per un controllo di routine sul rispetto delle prescrizioni imposte dalla sorveglianza speciale, Francesco Pepe, 21enne del posto, si è mostrato subito particolarmente agitato.

Per tale ragione, una volta fatti intervenire dei i rinforzi, gli uomini dell’Arma hanno deciso di approfondire l’ispezione, scoprendo presto il motivo di tanta preoccupazione. I carabinieri hanno infatti scoperto, nascosti all’interno di una consolle, 45 grammi di marijuana e 25 di hashish, oltre a due bilancini di precisione e ulteriore materiale utile per il confezionamento dello stupefacente. All’interno di un baule, inoltre, il giovane nascondeva sessanta cartucce per pistola e fucile di svariato calibro, in perfetto stato di conservazione.

Sono stati pure rinvenuti due bossoli esplosi cal. 7,65, avvolti all’interno di pellicola da cucina ed occultati sopra un armadio. Non è da escludere che gli stessi siano stati esplosi in occasione di un'azione criminosa. Il giovane, inchiodato così alle sue responsabilità dalle evidenze della flagranza del reato, è stato dunque accompagnato presso il Comando di Via San Domenico per lo svolgimento di tutti gli atti del caso, all’esito dei quali è stato dichiarato in arresto. Su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Foggia il 21enne è stato posto agli arresti domiciliari presso la sua abitazione, in attesa di udienza di convalida.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale nel Foggiano: marito e moglie perdono la vita in un terribile impatto sulla Sp 141

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Coro ai diffidati e 'Quarta Mafia', Pio e Amedeo sbottano: "Ci siamo rotti le palle della facilità di giudizio sulla nostra terra"

  • Maxi furto nel caveau dell'Unicredit a Foggia: svaligiate 300 cassette di sicurezze ma non ci sarà nessun colpevole

  • In fuga su una Ferrari rubata lungo la Statale 16: polizia insegue la 'rossa' da 140mila euro, ladro scende e scappa

Torna su
FoggiaToday è in caricamento