Arrestato dipendente comunale assenteista: il "Caso" a San Paolo di Civitate

Giovanni Caso si sarebbe dedicato ad attività e commissioni di natura personale, registrando falsamente nel foglio di presenza del Comune di San Paolo la sua presenza sul luogo di lavor

Un'immagine del servizio di pedinamento

I carabinieri di San Paolo Civitate, unitamente alla Polizia Municipale, hanno dato esecuzione ad un provvedimento di custodia cautelare in regime degli arresti domiciliari emesso dalla Tribunale di Foggia su proposta della Procura della Repubblica nei confronti di Giovanni Caso, classe ’52, addetto al verde pubblico del Comune. Il provvedimento restrittivo è stato emesso a seguito dell’attività di indagine condotta dai carabinieri e dagli agenti della polizia locale, volte a contrastare il fenomeno del cosiddetto assenteismo.

LA DIFESA DI CASO TRAMITE L'AVV. NERI

In particolare, attraverso numerosi servizi di osservazione e pedinamento, emergeva che nel mese di aprile 2015, l’uomo più volte si allontanava per l’intero orario di servizio dal suo luogo di lavoro per dedicarsi ad attività e commissioni di natura personale, il tutto senza mai essere autorizzato ed anzi registrando falsamente nel foglio di presenza del Comune di San Paolo di Civitate la sua presenza ininterrotta sul posto di lavoro, percependo, quindi, indebitamente il corrispondente stipendio.

IL VIDEO CHE HA INCASTRATO IL DIPENDENTE COMUNALE

Sulla scorta dei numerosi e gravi indizi di colpevolezza raccolti, L’Autorità Giudiziaria emetteva il provvedimento cautelare e il 63enne veniva quindi arrestato e sottoposto agli arresti domiciliari presso la sua abitazione.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale nel Foggiano: marito e moglie perdono la vita in un terribile impatto sulla Sp 141

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Coro ai diffidati e 'Quarta Mafia', Pio e Amedeo sbottano: "Ci siamo rotti le palle della facilità di giudizio sulla nostra terra"

  • Ha una crisi e distrugge casa, sedato e portato in ospedale muore poco dopo: è giallo sulle cause del decesso

  • Maxi furto nel caveau dell'Unicredit a Foggia: svaligiate 300 cassette di sicurezze ma non ci sarà nessun colpevole

Torna su
FoggiaToday è in caricamento