Violenza al Cara: aggredito addetto mensa, irregolare lo colpisce in testa con una bottiglia

Ad allertare polizia e carabinieri sono stati gli addetti alla vigilanza. Bakary Secka ha rischiato di essere linciato

Immagine d'archivio

Nel primo pomeriggio di ieri gli agenti della polizia di stato appartenenti alla locale Squadra Mobile, unitamente ai Carabinieri, hanno tratto in arresto Bakary Secka, cittadino extracomunitario classe 1984, resosi responsabile di minacce e lesioni personali aggravate.

Alle 13.15 circa, le forze dell’ordine, allertati dagli addetti alla vigilanza, si sono recati presso la mensa del C.A.R.A. di Borgo Mezzanone a seguito del ferimento da parte di un cittadino extracomunitario, irregolarmente presente all’interno della predetta struttura, ai danni di un addetto alla somministrazione dei pasti, colpito con violenza alla testa con una bottiglia di vetro.

Il ferito, con prognosi di 25 giorni, è stato condotto presso il Pronto Soccorso dell’ospedale di Cerignola per le cure necessarie. Il Secka, con precedenti specifici, che si era poi dato alla fuga, è stato individuato e tratto in arresto da parte degli Agenti della Polizia di Stato e dell’Arma dei Carabinieri, i quali lo hanno sottratto al tentativo di linciaggio da parte di alcuni suoi connazionali. Trasportato presso i locali della Questura, e successivamente presso la casa circondariale di Foggia, è attualmente a disposizione della Procura della Repubblica competente.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (9)

  • I prossimi che arrivano fateli affogare, ma non sono buoni neanche per i pesci ....puzzano troppo!!! I topi hanno piu' dignita' di questi mullafacenti;

  • Lo lasciavate linciare ...gli date pure da manciare a sti zozzi

  • Grazie ancora boldry....

    • Dobbiamo ringraziare tutti quelli che ci hanno sgoverno e hanno reso il nostro paese degradato,povero,invaso....mi vergogno di chi li stringe pure la mano(può darsi che vengono pure pagati).

  • Avatar anonimo di Carlo domenico
    Carlo domenico

    questo meritiamo..anche peggio..ringraziamo il governo e ricordiamo a chi votare le prossime elezioni

    • Carlo questa che ci rimane è ultima occasione ti parlo da ex rappresentante sindacale cgil, sono i più corrotti,epifani ex segretario si è seduto a fianco di RENZI A FARE LEGGI CONTRO I LAVORATORI, mai più uno sciopero,mai più un opposizione,tutti d'accordo contro il popolo!!!

      • Anche tu ti andavi a sedere e non facevi nulla per i diritti dei tuoi colleghi...vergognati di essere un ex sindacalista venduto

    • Purtroppo..... quando andrà a votare l'italiota medio, non terrà conto di questo e di numerosi altri fatti che i Pidioti hanno permesso !

      • Loro parlano che c'è ripresa del lavoro,sbarchi non ci sono più, il PIL e aumentato,ma noi tutto questo non c'è ne siamo accorti anzi il contrario,quindi questi ci credono pure creino!!!

Notizie di oggi

  • Economia

    Natale senza lavoro, dramma non ha soluzione. Russo (Sanitaservice) alza le mani: "Obbligati a fare i concorsi"

  • Cronaca

    "Terremoto" giudiziario a Carpino: blitz dei carabinieri all'alba, dipendenti comunali arrestati per assenteismo

  • Cronaca

    Un aiuto per Francesca, la bambina affetta da un tumore al rene sinistro: "Vi prego, abbiamo bisogno di voi"

  • Cronaca

    Pesante condanna: sei anni al 30enne foggiano della banda del bancomat, incastrato da una traccia di sangue

I più letti della settimana

  • Omicidio sulla Statale 16: ucciso uomo che trasportava finocchi, forse un tentativo di rapina finito male

  • Tifoso della Cremonese in viaggio verso Foggia, muore colpito da un malore: tragedia nei pressi di San Severo

  • Automobilisti rapinati e sangue sulla Statale 16: è caccia ai delinquenti che seminano il terrore nel Cerignolano

  • Attimi di paura in un bar di via Nedo Nadi: rapinatore armato va via col malloppo sparando due colpi a salve

  • Muore prima di giungere allo stadio, Foggia omaggia Federico. La Cremonese: “Grazie di cuore”

  • Prima la bomba a base di dinamite, poi la pretesa di 50mila euro: arrestato "La tigre del Gargano"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento