Arrestato l'uomo che ha picchiato l'autista dell'Ataf: è Carella, personaggio di spicco vicino alla criminalità locale

Bruno Carella, 42 anni sorvegliato speciale, ha picchiato l'autista dell'Ataf dopo aver visto il figlio dolorante. Nel giugno scorso era stato vittima di un agguato

Gli agenti della Polizia di Stato del Reparto Volanti della Questura di Foggia hanno arrestato Bruno Carella, pluripregiudicato classe 1976, per i reati di lesioni ai danni di un autista di autobus e violazione degli obblighi sulla sorveglianza speciale.

L'aggressione all'autista

Verso le 10 di ieri i poliziotti delle Volanti venivano allertati dalla sala operativa che in via Mario Forcella vi era stato un incidente stradale, in seguito al quale l’autista di un autobus Ataf era stato aggredito da un uomo. Sul posto si recavano immediatamente gli agenti ed il commissario capo, dott. Fabio  Russo, funzionario del Reparto Volanti, il quale coordinava tempestivamente il primo intervento, consentendo di rintracciare l’autore dell’insano gesto. 

Gli agenti apprendevano dalla Polizia Locale che le persone coinvolte nell’incidente erano state trasportate al pronto soccorso presso il quale poco dopo identificavano Bruno Carella.

L'uomo, spontaneamente, sosteneva di essere lui l’autore dell’aggressione, in quanto gli occupanti dell’auto coinvolta nel sinistro, erano sua moglie e suo figlio.

Il motivo dell'aggressione

L’aggressore - che non ha assistito all’incidente ma è giunto sul posto successivamente su segnalazione di alcuni conoscenti - alla vista del figlio dolorante a terra, si è avventato sull’autista del mezzo pubblico colpendolo con un pugno. Poi, una volta a terra, gli ha tirato un calcio nel costato, provocando nella vittima lesioni guaribili in 25 giorni. 

L'agguato a Bruno Carella

Il Carella, persona con numerosi precedenti di polizia e contiguo alla criminalità locale, è attualmente sottoposto alla sorveglianza speciale. Nel giugno scorso era stato vittima di un agguato in cui era morto un salentino. L’arrestato è stato condotto negli uffici della Questura e dopo le formalità di rito presso la casa circondariale di Foggia a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La piccola Alice non ce l'ha fatta: è morta la bimba di 6 mesi in vacanza con i genitori sul Gargano

  • Scossa di terremoto a Foggia e sul Gargano

  • Risucchiata dalle correnti bambina sprofonda giù, fratellino tenta di salvarla ma rischia di annegare. "Salvi per miracolo"

  • Incidente mortale: 20enne perde la vita in un terribile scontro frontale, nove persone ferite

  • Angelo non ce l'ha fatta: si è spento a 26 anni "un ragazzo fantastico". Due anni fa l'incontro con l'idolo Pippo Inzaghi

  • Attimi di terrore a Vieste: bimba di 6 mesi rischia di morire soffocata, sanitari le salvano la vita

Torna su
FoggiaToday è in caricamento