Attimi di terrore in casa, tenta di colpire familiari con grosse forbici e poi i carabinieri alla gola (che sventano tragedia)

Attimi di terrore ad Apricena, dove solo l'intervento tempestivo dei carabinieri ha evitato l'ennesimo delitto tra le mura domestiche. Scatta l'arresto per tentato omicidio

Immagine di repertorio

Minaccia di morte i familiari, poi si avventa contro di loro impugnando un grosso paio di forbici. E' successo ad Apricena, dove solo il tempestivo intervento dei carabinieri ha evitato il peggio. 

Il fatto risale allo scorso sabato sera, quando è stato sventato l’ennesimo delitto tra le mura domestiche. Nel dettaglio, i carabinieri - allertati dalla Centrale Operativa su chiamata al 112,  - sono intervenuti in un’abitazione in cui era stata segnalata la presenza di un uomo armato di un grosso paio di forbici, che stava minacciando alcuni suoi familiari.

L'aggressore, è stato ricostruito, dopo aver percosso i familiari minacciandoli di morte, si era avventato contro di loro brandendo delle grosse forbici; coinvolto in tale violenza anche un vicino di casa, intervenuto perché allarmato dalle forti urla. Alla vista dei militari, l’uomo non ha esitato a scagliarso contro, tentando di sferrare più fendenti nelle parti vitali e all’altezza della gola.

Solo la pronta reazione e la professionalità del militare hanno permesso di evitare conseguenze tragiche; il carabiniere infatti, è riuscito a schivare i colpi, immobilizzando e disarmando l’aggressore che è stato quindi arrestato per tentato omicidio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Durante le fasi concitate della colluttazione e del successivo disarmo, i familiari e i vicini di casa aggrediti, si sono barricati in casa atterriti, per timore di ulteriori aggressioni. Solo l’allontanamento definitivo dell’uomo è riuscito a calmare gli animi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Foggia: trovato cadavere in un'auto

  • Palpeggia, solleva e stringe a sè ragazza in via Sabotino. Interviene la polizia. Cittadino denuncia: "Siamo stanchi"

  • Violenza sessuale su ragazza di 20 anni. Il racconto tra le lacrime: "Mi teneva così stretta che non riuscivo a liberarmi"

  • Ragazza trovata morta nel bagno della sua stanza: la tragedia nella residenza universitaria Einstein di Milano

  • Uomo scomparso a Foggia, da 24 ore non si hanno più notizie. I familiari: "Aiutateci a ritrovarlo"

  • "Il botto è stato tremendo". Carabinieri evitano il linciaggio di due giovani, nel tamponamento ferito un bambino

Torna su
FoggiaToday è in caricamento