Tafferugli allo stadio, funzionario della polizia ferito da bomba carta: arrestati due tifosi del Foggia

Foggia-Frosinone, tifosi violenti contro le forze di polizia. Arrestati un 22enne e un 23enne, altri tre sono stati denunciati, per loro scatteranno severe sanzioni accessorie e il Daspo

I tifosi del Foggia durante gli scontri contro il Frosinone

Il 30 dicembre, gli agenti della Digos della Questura di Foggia, dopo ininterrotte attività investigative iniziate al termine dell’incontro di calcio Foggia-Frosinone e proseguite per tutta la giornata del 29 - anche mediante visione di numerosi filmati acquisiti direttamente sul posto da operatori della polizia scientifica - ha eseguito due arresti in flagranza differita per i tafferugli del pre-partita.

Gli arresti in questione sono stati effettuati a carico di due giovani foggiani, F.A. di anni 22, ed R.G., di anni 23, ai sensi dell’art. 8, c. 1 ter, della L. 401/1989 che permette alla polizia di procedere all’arresto dei responsabili di violenza in occasione di manifestazioni sportive, anche dopo la flagranza di reato e, comunque, entro le 48 ore dagli eventi, mediante la visione dei filmati relativi agli scontri dove emerge in maniera chiara la partecipazione degli stessi ai suddetti episodi di violenza. Nel medesimo contesto investigativo sono state denunciati a piede libero altri tre soggetti, tutti responsabili di atti di violenza nei riguardi dei contingenti delle forze di polizia presenti nei servizi di ordine e sicurezza pubblica per la partita in argomento. Nei loro riguardi, scatteranno anche severe sanzioni accessorie, fra i quali in particolare l’applicazione di altrettanti Daspo da parte del Questore.

In particolare, un gruppo di tifosi del Foggia, poco prima del fischio di inizio dell’incontro, anziché fare ingresso all’interno dello stadio, dopo essersi completamente travisato con passamontagna, sciarpe e cappucci ed armati di mazze, bastoni, bombe carta, fumogeni e sassi, cercava di raggiungere Viale Ofanto in prossimità della zona riservata al passaggio dei tifosi ospiti con l’intenzione di entrare in contatto con loro, per evitare il quale interveniva personale dei Reparti di Rinforzo della Polizia di Stato e dell’Arma dei Carabinieri, nei riguardi dei quali il gruppo di facinorosi iniziava un fitto lancio di pietre (alcune delle quali debitamente sequestrate e di oltre 1 kg l’una), bombe carta, bastoni e bengala. In tale frangente un funzionario della Polizia di Stato in forza alla locale Digos veniva colpito da una bomba carta che provocava ustioni ad una gamba.

La reazione contenuta e professionale dei Reparti inquadrati, al comando del Dirigente del servizio di ordine e sicurezza pubblico e dello stesso Funzionario della Digos, permetteva di evitare contatti fra le tifoserie.    L’immediata attività investigativa condotta dalla Digos, sulla base anche dell’analisi della documentazione video fotografica registrata da personale del locale Gabinetto di Polizia Scientifica della Questura, ha consentito di identificare, benché travisati, e quindi trarre in arresto i due soggetti summenzionati. Il primo, in particolare, è ritenuto anche responsabile di avere lanciato all’indirizzo delle forze di polizia, la bomba carta che, esplodendo, ha ferito il funzionario (art. 6 bis L. 401/89). Egli risponderà anche di resistenza a pubblico ufficiale (336 c.p.), lesioni personali (582 c.p.) e porto in luogo pubblico di oggetto atto ad offendere (bastone) e travisamento (art. 5 Legge 152/75); il secondo è invece responsabile della condotta di resistenza a pubblico Ufficiale, porto di oggetto atto ad offendere (bastone) e travisamento.

Nel corso della stessa attività investigativa sono stati identificati e denunciati in stato di libertà altre tre soggetti responsabili di atti di violenza nel tentativo di raggiungere la tifoseria ospite, V.L. (classe 95), S.A. (classe 96) e T.L. (classe 87).  Sono in corso ulteriori attività di polizia finalizzate ad identificare tutti gli autori delle violenze poste in essere in occasione della manifestazione sportiva. Nei confronti di tutti verranno adottati anche severi provvedimenti amministrativi Daspo che inibiranno l’accesso agli stadi per diversi anni.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (10)

  • Il problema è proprio la tifoseria xké si sa ki nn è li x tifare ma dare fastidio xké nn li allontanano e nn li fanno più avvicinare allo stadio? Invece sicuramente saranno Anke tra quelli amici di amici ke entrano senza biglietto un altra moda dello Stadio di Foggia.poi ci lamentiamo che ci vietano le trasferte ke la società nn tira fuori i soldi

  • Vogliamo le foto in tutta la città di questi balordi che per colpa loro foggia e i foggiani sportivi non potranno assistere alle partite

  • Tifosi? No no.....il tifo è ben altra cosa!!! Sono solo delinquenti da punire e penalmente, e moralmente. Soprattutto quest'ultimo punto va approfondito affinché non si verifichino più cose del genere. In Inghilterra ha funzionato. Accadrà anche qui?

  • Non sono due tifosi ma due teppisti....e vanno prese le distanze...i tifosi sono altri che vanno a tifare la propia squadra e la sostengono fino alla fine senza causare nessun danno!

  • Ci sarà sempre una minoranza che non va allo stadio per divertirsi ma solo per sfogare i più bassi istinti mascherandosi da tifoso.Spero che per questi soggetti ci siano pene esemplari.Cosi quando gioca il Foggia si possono recare alla bocciofila

  • sono d accordo con te.però voglio ricordare che quando ci sono trasferte calde,a noi ci trattano a immondizia,da come si arriva fino alla fine.vedi salerno.sassaiola come i foggiani erano in procinto di entrare dentro lo stadio.

  • Non mi stancherò mai: detesto questi comunicati stampa che vengono forniti alle varie testate giornalistiche, le quali, purtroppo, poi pagano il dazio di "doverle pubblicare così come recepite"!!! Cosa significa: "un gruppo di tifosi del Foggia, poco prima del fischio di inizio dell’incontro, anziché fare ingresso all’interno dello stadio, dopo essersi completamente travisato con passamontagna, sciarpe e cappucci ed armati di maz ze, bastoni, bom be carta, fumogeni e sassi, cercava di raggiungere Viale Ofanto in prossimità della zona riservata al passaggio dei tifosi ospiti con l’intenzione di entrare in contatto con loro“? Ma quali TIFOSI DEL FOGGIA? Questi sono semplicemente criminali, con un loro disegno ben preciso, che - come viscidi serpenti (con tutto il rispetto per i serpenti, ovviamente) - si intrufolano nella tifoseria, quella vera, quella che si fa un m...zo così per questi colori, che vive, ride e piange per questi colori, per commettere atti che del tifoso nulla hanno a che vedere!! Per cui, Autorità "competenti", per favore, la prossima volta che questa fec cia utilizza le nostre bandiere per fini che nulla hanno a che fare con la nostra fede, innanzitutto pubblicatene i nomi per esteso e poi, cortesemente, non chiamateli: gruppo di tifosi del Foggia"!!! Grazie

    • Mi dispiace ma quando dicono tifosi del foggia il termine è corretto . Ti sfido ad andare in una delle due curve del foggia . Su 3000 “tifosi” in quel settore ti assicuro che 2900 cercano lo scontro a fine gara con la tifoseria avversaria . 2000 non guardano nemmeno la partita perché intendi a minacciare la curva avversaria e a rimproverare quelli che invece la partita la vogliono vedere minacciandoli di caccarcili dalla curva se solo si azzardano a non cantare facendomi venire dei seri dubbi sul loro attaccamento a questi colori. Certe volte mi danno l’impressione che alcuni di loro non sanno neache cosa sia lo sport del calcio .

    • Sono pjenamente daccordo con te, però credo che se avessero usato il termine "criminali" purtroppo rischierebbero loro la querela, in Italia facciamo ridere

    • nulla di più vero,ben detto

Notizie di oggi

  • Cronaca

    La banda del tombino non si ferma: furto in via Trento, un altro sventato dalla polizia in Corso Giannone

  • Cronaca

    Omicidio sulla Statale 16: ucciso uomo che trasportava finocchi, forse un tentativo di rapina finito male

  • Cronaca

    Operaio di San Severo travolto e ucciso sui binari mentre lavorava: disposta l'autopsia

  • Politica

    L'ex brigatista Renato Curcio ad Orsara, visita annullata dopo le polemiche ma "il premio non era per lui"

I più letti della settimana

  • Violenza sessuale su una paziente: arrestato infermiere di 'Casa Sollievo della Sofferenza'

  • Sorprende alunna nei corridoi e la rimprovera, vicepreside schiaffeggiato da genitore all'uscita di scuola

  • Il maltempo fa paura: fulmini, trombe marine e grandinate nel Foggiano. Primi fiocchi di neve

  • Tragedia sui binari: operaio foggiano investito e ucciso da un treno

  • Terribile sequenza di rapine a mano armata: quattro colpi ai distributori di carburanti, tre in meno di mezz'ora

  • Colpi di arma da fuoco sulla Statale 16: banditi puntano autocisterna di gasolio e sparano, la rapina fallisce

Torna su
FoggiaToday è in caricamento