Sesso in cambio di droga, non esitava a farsi "pagare in natura" da giovani assuntrici: arrestato

Una brutta storia di spaccio e scambi, scoperta dalla Guardia di Finanza di Campobasso. L'inchiesta partita in Molise ha riguardato anche la provincia di Foggia e la Capitale. Il giro d’affari stimato è di circa 1 milione di euro

Immagine di repertorio

Una brutta storia di spaccio e scambi; una storia di sesso in cambio di droga. E’ quella scoperta dalla Guardia di Finanza di Campobasso, nell’ambito di una inchiesta che ha, oltre al Molise ha riguardato anche la provincia di Foggia e la Capitale, in quanto piazze di rifornimento per lo stupefacente.

Nel complesso, le Fiamme Gialle hanno eseguito 5 misure cautelari nei confronti di 4 bassomolisani e un rumeno, tutti residenti tra il Molise e la provincia di Foggia, in esecuzione di ordinanze di custodia cautelare emesse su richiesta della Procura di Larino. Le indagini del Gruppo Operativo Antidroga della Guardia di Finanza di Campobasso - come riportato da Termolionline - hanno disarticolato un gruppo criminale dedito allo spaccio di sostanze stupefacenti tra i comprensori costieri del basso Molise ed in particolare tra Termoli e San Martino in Pensilis.

Lo stupefacente, è emerso, veniva venduto in una abitazione privata, dove vi era un pregiudicato. agli arresti domiciliari per reati specifici. Benché ai domiciliari, lo stesso proseguiva nell’attività illecita e, in caso di mancanza di denaro, non esitava a farsi “pagare in natura” da giovani assuntrici. Il gruppo si riforniva di stupefacente principalmente dalle piazze del Foggiano e in quelle romane. L’attività investigativa è durata un anno e mezzo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel corso di questo periodo, i finanzieri hanno effettuato numerose intercettazioni telefoniche, sequestri di stupefacenti (nel dettaglio, 130 gr di cocaina, 500 di hashish, 800 di marijuana, 22 pasticche di ecstasy). In manette l’organizzatore del traffico, un pregiudicato 60enne di San Martino in Pensilis associato al carcere di Larino, mentre un 28enne è agli arresti domiciliari; due soggetti sono stati colpiti dalla misura dell’obbligo di presentazione alla Polizia giudiziaria, mentre un quinto soggetto assoggettato all’obbligo di dimora. Il giro d’affari stimato è di circa 1 milione di euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza Coronavirus: è pandemia mondiale, scopriamo i sintomi e come proteggersi

  • Taglio e piega a domicilio, nonostante il Coronavirus: sorpresa e denunciata parrucchiera abusiva

  • "Venite c'è un'autovettura rubata". Polizia si precipita in via Lucera: non era rubata ma dentro c'era della cocaina

  • Coronavirus, giovane foggiano trasferito d'urgenza a Bari: in gravi condizioni si è reso necessario l'impiego di Ecmo

  • Coronavirus: se un defunto muore in casa nessuna vestizione (indipendentemente dalla causa del decesso)

  • Il Coronavirus non si ferma ma galoppa: 41 nuovi contagi nel Foggiano e 13 morti in Puglia

Torna su
FoggiaToday è in caricamento