Due arresti nel "fortino" dello spaccio in via Cassino: presi giovani cerignolani

I due, cugini di 26 e appena 18 anni, entrambi di Cerignola sono stati arrestati e sottoposti ai domiciliari: risponderanno di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti in concorso

Ennesimo scacco al 'fortino dello spaccio' di via Cassino, a Cerignola, dove dall’inizio dell’anno sono stati arrestati una decina di spacciatori e sequestrati considerevoli quantitativi di stupefacente.

Il "fortino" di via Cassino: si spaccia di tutto

Quello di via Cassino è uno dei tanti punti in cui, a Cerignola, si spaccia stupefacente di ogni genere, e dove si riforniscono anche ragazzi di altre regioni, come dimostrato dall’arresto, nei mesi scorsi, di un giovane di Melfi. L’impenetrabilità del luogo è assicurata dalla conformazione viaria, che consente ai pusher innumerevoli vie di fuga, finanche dai tetti, come accaduto nella serata di giovedì scorso, quando i militari della Stazione di Cerignola, coadiuvati da un’unità antidroga del nucleo cinofili di Modugno, non si sono lasciati sorprendere, e sono riusciti ad arrestare Giuseppe Compierchio, di 26 anni e con precedenti di polizia, ed il cugino Matteo, appena diciottenne, incensurato.

Tentano la fuga dal retro del palazzo, braccati e arrestati

In particolare, i militari, giunti innanzi al palazzo interessato, nello scavalcare il cancello hanno notato i due giovani che, alla loro vista, hanno tentato la fuga dal retro del palazzo. I due fuggiaschi, però, non immaginavano che i carabinieri si fossero intanto appostati anche nei pressi dell’uscita secondaria, e quindi, trovata sbarrata questa via di fuga, ritornati sui propri passi, prima hanno lanciato i due marsupi che avevano a tracolla, e poi si sono arrampicati sul cornicione di un palazzo adiacente, dove però sono stati finalmente bloccati.

Nel marsupio dosi di stupefacente e una lista di debitori

Recuperati i due marsupi, i militari hanno trovato un quantitativo totale di 15 grammi di cocaina, 34 di hashish e 5 di marijuana, già suddivisi in dosi, oltre a denaro contante per 320 euro, e un biglietto manoscritto con dei nomi e delle cifre, evidentemente la lista dei debitori dei due giovani provetti spacciatori. Il denaro e lo stupefacente sono quindi stati sequestrati, mentre i due, su disposizione del P.M. di turno, sono stati sottoposti agli arresti domiciliari. Risponderanno di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti in concorso.

IMG_20170831_181935-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • VIDEO - Brumotti irrompe nel quartiere 'Fort Apache' di Cerignola: non solo droga, "qui si preparano gli assalti ai blindati"

  • Si sfiora la rissa in Chiesa, zuffa tra parrocchiani e neocatecumenali (che vogliono la corona misterica): "Giù le mani dal crocifisso"

  • Ultima ora - Arresti all'alba nel Foggiano: scoperti rifiuti interrati nel Parco del Gargano

  • Come in un film, in tre tentano di assaltare negozio ma sulla scena irrompono i carabinieri: immobilizzati e ammanettati

  • Figlio va a trovare il padre (boss di Foggia), introduce droga e micro-cellulari nel carcere di massima sicurezza: arrestato

  • Referendum Costituzionale, il 29 marzo si vota sul taglio dei parlamentari: tutto quello che c'è da sapere

Torna su
FoggiaToday è in caricamento