Manfredonia, consegnavano droga ai clienti tramite “pony express”: 8 arresti

Operazione della Guardia di Finanza. Sette persone sono finite in carcere, uno ai domiciliari e l'altro con obbligo di firma. Un casertano forniva invece capi d'abbigliamento con marchi contraffatti

Un'immagine del blitz

Sin dalle prime luci dell’alba, oltre 40 finanzieri del Comando Provinciale di Foggia sono impegnati nell’esecuzione di 9 ordinanze di custodia cautelare (7 in carcere, 1 arresto domiciliare e 1 obbligo di firma) emesse dal Tribunale di Foggia. In particolare, al termine di articolate indagini condotte dai militari della Compagnia della Guardia di Finanza di Manfredonia e coordinate dalla locale Procura della Repubblica, è stata individuata una rete criminale dedita allo spaccio di sostanze stupefacenti - hashish e cocaina - nonché al commercio di capi d’abbigliamento con marchi contraffatti.

Le indagini – che hanno preso spunto dalle numerose segnalazioni di cittadini sull’illecito traffico svolto in luoghi di ritrovo e di aggregazione di adolescenti del comune sipontino – si sono concretizzate nell’arresto, in flagranza di reato, di tre spacciatori, nel sequestro di oltre 1 kg tra cocaina ed hashish, di una pistola e di numerosi capi contraffatti.

OPERAZIONE PONY EXPRESS: IL VIDEO

Le successive investigazioni hanno consentito di individuare l’intera rete dello spaccio che ha visto coinvolti 10 soggetti – tutti residenti a Manfredonia tranne uno originario del casertano, fornitore dei prodotti con marchio contraffatto, di cui 9 attinti da provvedimenti cautelari personali. casi di spaccio accertati - che fruttava agli arrestati proventi per circa 5 mila euro a settimana.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale nel Foggiano: marito e moglie perdono la vita in un terribile impatto sulla Sp 141

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Coro ai diffidati e 'Quarta Mafia', Pio e Amedeo sbottano: "Ci siamo rotti le palle della facilità di giudizio sulla nostra terra"

  • Ha una crisi e distrugge casa, sedato e portato in ospedale muore poco dopo: è giallo sulle cause del decesso

  • Grave attentato nel Foggiano: aperti bocchettoni dei silos di un'azienda, migliaia di litri di vino dispersi nelle campagne

Torna su
FoggiaToday è in caricamento