Pericoloso inseguimento da film: giovani in fuga si schiantano contro un veicolo, scendono e aggrediscono i carabinieri

E' accaduto la scorsa notte, a Manfredonia. L'auto con a bordo i tre ragazzi ha ingaggiato un lungo e pericoloso inseguimento con i carabinieri prima e con la stradale poi. Il ragazzo che era alla guida era privo di patente

Immagine di repertorio

Nottata movimentata per i carabinieri della compagnia di Manfredonia, che si sono ritrovati impegnati in un pericoloso inseguimento in auto, per poi doversi difendere dalle aggressioni dei soggetti che volevano controllare.

Il fatto risale alle prime ore di ieri, quando i miltari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Manfredonia hanno tratto in arresto due giovani del posto, entrambi incensurati, per il reato di resistenza a pubblico ufficiale, denunciando per lo stesso reato anche un minorenne. A finire in manette sono stati il 20enne Samuele Pio Pergolesi ed il 18enne Giovanni Totaro, fermati dai carabinieri, unitamente a personale della Sottosezione di Polizia Stradale di Vieste, al termine di un pericoloso inseguimento per le vie della città sipontina.

Verso le 4.00 del mattino in via Luigi Allegato la pattuglia dei carabinieri ha notato una Volkswagen Golf con a bordo tre persone, che osservavano con insistenza le abitazioni. Insospettiti, i militari hanno allora deciso di procedere al controllo del veicolo, cui hanno fanno cenno di fermarsi. L’auto, però, invece di arrestare la marcia ha improvvisamente accelerato, dandosi alla fuga verso il centro cittadino. Ne è così nato un inseguimento, cui si è aggiunta anche una pattuglia della Polizia Stradale di Vieste, nel tentativo di porre freno alla folle corsa dei fuggitivi, che, per seminare i carabinieri, ha anche percorso diverse strade in senso vietato, zigzagando tra le auto, e tentando anche più volte di speronare quella dei militari che cercava di superarla per tagliarle la strada.

L’inseguimento, durato per una ventina di minuti, si è infine concluso in via Canne, quando l’auto in fuga, avendo perso aderenza, ha terminato la folle corsa contro un altro veicolo. Una volta fermi, nel tentativo di sottrarsi al controllo dei carabinieri e degli agenti della Stradale, i tre giovani si sono violentemente dimenati, aggredendo il personale in divisa, provocando delle lievi lesioni ad un militare e danneggiando anche la "gazzella" dell’Arma. 

Finalmente immobilizzati, è stato possibile identificare il conducente in Pergolesi, sprovvisto di patente, e Totaro, oltre al 16enne che era con loro, accompagnandoli tutti in caserma, dove i due maggiorenni sono stati dichiarati in stato di arresto, mentre il minorenne denunciato in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria.

 I due arrestati sono quindi stati posti agli arresti domiciliari presso le rispettive abitazioni, in attesa dell’udienza di convalida davanti al Giudice del Tribunale di Foggia. Nella stessa giornata un episodio similie si è verificato a Ischitella, dove altre due persone - un uomo e una donna - sono stati arrestati.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale nel Foggiano: marito e moglie perdono la vita in un terribile impatto sulla Sp 141

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Coro ai diffidati e 'Quarta Mafia', Pio e Amedeo sbottano: "Ci siamo rotti le palle della facilità di giudizio sulla nostra terra"

  • Ha una crisi e distrugge casa, sedato e portato in ospedale muore poco dopo: è giallo sulle cause del decesso

  • Maxi furto nel caveau dell'Unicredit a Foggia: svaligiate 300 cassette di sicurezze ma non ci sarà nessun colpevole

Torna su
FoggiaToday è in caricamento