Usano le maniere forti per estorcere spiaggia: arrestati i titolari di un camping

E’ quanto scoperto dai carabinieri a Peschici, dove era in corso la “guerriglia” tra i gestori di due camping. Ai domiciliari tre fratelli

Pretendevano la cessione di 40 metri di spiaggia da parte del titolare del camping confinante. E per estorcere la battigia da annettere al proprio stabilimento balneare non hanno risparmiato minacce - neanche tanto velate - e scontri fisici. E’ quanto scoperto dai carabinieri a Peschici, dove era in corso la “guerriglia” tra i gestori di due camping sul Gargano. La vittima aveva avuto regolare concessione del tratto di spiaggia, ma i titolari del confinante camping 'volevano appropriarsene. Così, per tre fratelli sono state eseguite altrettante ordinanze di custodia cautelare per il reato di tentata estorsione aggravata.

I fatti risalgono alla scorsa estate, quando i tre imprenditori turistici, in più occasioni, hanno minacciato ed usato violenza nei confronti di un imprenditore concorrente, al fine di estorcere a quest’ultimo l’assenso all’utilizzo di un tratto di spiaggia di circa 40 metri, in concessione alla vittima. L’episodio più grave risale al 3 agosto, quando i tre fratelli - rispettivamente di 43, 32 e 48 anni - hanno prima minacciato e poi aggredito fisicamente l’operatore turistico confinante, provocandogli numerose contusioni, escoriazioni e ferite. I tre imprenditori sono stati sottoposti agli arresti domiciliari.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (4)

  • Ritirate a loro la concessione definitivamente. Con il divieto di avvicinarsi al demanio.

  • I Tre Boss di Galline e pecore

  • Avatar anonimo di Antotal Foggiano
    Antotal Foggiano

    Chioschi che saltano in aria prima dell'inaugurazione; pestaggi in pieno stile "Arancia Meccanica". Queste spiagge di Peschici manco fossero la spiaggia dell’Isola dei Conigli! Ma qualcuno gliel'ha detto ai signori Delli Muti che forse facevano prima a recarsi all’Ufficio Demanio Marittino del Comune di Peschici e verificare se il poverino fosse o meno in possesso del regolare atto concessorio?

    • Il vero problema è che secondo la legge italiana, il tratto di spiaggia di 40 metri era in concessione demaniale al camping vicino. Secondo gli " usi e costumi locali ", che ben conosco, invece, ce lo si gioca a braccio di ferro !

Notizie di oggi

  • Cronaca

    [ VIDEO ] C'è speranza per Foggia, il grande gesto di Samuele e Francesco: "Abbiamo fatto bene"

  • Politica

    In tre per la leadership del centrodestra di Foggia: intervista tripla ai candidati sindaco Iaccarino-Landella-Miranda

  • Cronaca

    Paura sulla strada per San Giovanni Rotondo: commando armato assalta e rapina furgone carico di sigarette

  • Cronaca

    Blitz nelle aziende agricole foggiane: una su due è irregolare, multe per 123mila euro

I più letti della settimana

  • Incidente mortale a Foggia: esce fuori strada e si schianta contro il pilone del ponte di via Manfredonia

  • Angelica, la studentessa bullizzata "perché femminista e di sinistra". Odio, "puttana" e svastiche. In 52 dicono "Basta!"

  • 'Garganoland', oltre 1500 posti di lavoro e 115 milioni di euro: fermo il mega parco che fa sognare la Capitanata

  • Tifosi foggiani aggrediti a Padova: ferito 22enne, ultrà gli rubano anche la sciarpa e allo stadio parte il coro: "Teron Teron"

  • Scazzottata tra leghisti sul candidato sindaco: a San Severo finisce in rissa, ad avere la peggio Calvo

  • Paura sulla strada per San Giovanni Rotondo: commando armato assalta e rapina furgone carico di sigarette

Torna su
FoggiaToday è in caricamento